Scuola, Emilia Romagna: il 13 settembre lezioni al via per 616mila studenti

0
225

(Sesto Potere) – Bologna – 11 settembre 2021 – Lezioni al via in Emilia-Romagna lunedì 13 settembre 2021, e chiusura fissata per sabato 4 giugno 2022. 

Il calendario scolastico 2021/2022, nelle classi del I ciclo di istruzione e nelle classi del II ciclo del sistema educativo di istruzione e formazione è articolato. Inizio delle lezioni 13 settembre 2021. Festività di rilevanza nazionale: tutte le domeniche; 1° novembre, festa di Tutti i Santi; 8 dicembre, Immacolata Concezione; 25 dicembre, S. Natale; 26 dicembre, S. Stefano; 1° gennaio, Capodanno; 6 gennaio, Epifania; Lunedì dell’Angelo; 25 aprile, anniversari della Liberazione; 1° maggio, festa del Lavoro; 2 giugno, festa nazionale della Repubblica; la festa del Santo Patrono. Sospensione delle lezioni: commemorazione dei defunti: 2 novembre 2021; vacanze natalizie: dal 24 dicembre 2021 al 6 gennaio 2022; vacanze pasquali: dal 14 al 19 aprile 2022. Termine delle lezioni: sabato 4 giugno 2022.

Torneranno dietro i banchi – secondo i dati dell’Ufficio Scolastico Regionale – quasi 616mila studenti, di cui 544.610 nelle 534 scuole statali e 71mila nelle quasi 1.000 scuole paritarie, in gran parte (l’80%) scuole dell’infanzia). In calo rispetto al 2020. L’anno scorso erano 620mila alunni: 550mila nelle scuole statali e più di 75.000 in quelle paritarie (circa il 70%, nelle scuole dell’infanzia).

Il Vice Direttore Generale dell’ Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia-Romagna Bruno Di Palma, agli studenti delle scuole dell’Emilia-Romagna, alle loro famiglie, ai Dirigenti Scolastici, ai docenti, al personale ATA, ai Dirigenti e al personale degli uffici dell’Amministrazione che tornano in istituto, ha rivolto un saluto e l’ augurio “più sincero” di buon anno scolastico: “Il Ministero dell’Istruzione insieme al Governo ha messo a disposizione ingenti fondi e favorito iniziative atte a consentire la ripresa della scuola in presenza e in sicurezza, nella consapevolezza che il diritto allo studio sancito dalla nostra Costituzione deve essere garantito a tutti. Mi auguro che, anche nei giorni impegnativi che vi si presenteranno, per i più piccoli perché costituiscono i primi impatti con la socialità e con la vita fuori dalle mura domestiche, per i più grandi perché pieni di ansie per i compiti, per le verifiche e per le sfide da affrontare, non perdiate mai il gusto, la curiosità, il coraggio e la gioia per la conoscenza e per l’istruzione”.

Lezioni in sicurezza per l’ avvio della scuola in presenza grazie al buon andamento della campagna vaccinale in Emilia-Romagna con il 95,1% del personale dell’istruzione (università compresa), docente e no, che ha ricevuto almeno una dose di vaccino e dell’85,6% di chi ha completato il ciclo; e il 67,1% con almeno una dose della fascia 12-19 anni. Quindi oltre l’obiettivo dei due terzi che era stato fissato per l’inizio dell’anno scolastico, e al 48% quella di chi ha completato il ciclo sempre tra i più giovani. La copertura vaccinale dai 12anni in su è pari all’83% con almeno una dose e del 75% per chi ha completato il ciclo.

Infine, per garantire la sicurezza sul fronte trasporti pubblici, la Regione comunica che, grazie al lavoro svolto in questi mesi con le Prefetture,  407 mezzi aggiuntivi circoleranno sulle strade dell’Emilia-Romagna lungo l’intero anno scolastico, percorrendo 9 milioni di chilometri: un rafforzamento che permette di garantire la capienza massima dell’80% stabilita dal Governo e di evitare, al momento, sfalsamenti di orario o doppi turni in entrata e uscita dalle classi. Ci sono inoltre 23 autobus che verranno utilizzati da Trenitalia-Tper per rinforzare, con mezzi su gomma, le tratte su ferro particolarmente richieste. E si ricorda che quest’anno è stata estesa la gratuità del trasporto pubblico locale anche ai ragazzi delle superiori fino ai 19 anni di età con famiglie con un tetto massimo di Isee di 30mila euro.