Sciame sismico in Romagna, scossa di magnitudo  4.6 a Ravenna

(Sesto Potere) – Ravenna – 15 gennaio 2019 – Sciame sismico in atto in Romagna, a partire dalla prima scossa di magnitudo  4.6  della scala Richter ed  epicentro 11 chilometri a est di Ravenna, avverto distintamente a Cervia e Cesenatico,   profondità di 25 chilometri, ieri a 3 minuti e 57 dopo la mezzanotte, registrata   dall ‘ ING-Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia .

sala sismica ingv

Il sisma ha colpito l’intera costa  Adriatica , da Cervia ai lidi veneti, Venezia inclusa, ma anche l’entroterra da Cesena e Forlì.  

Il sindaco di Ravenna Michele de Pascale  , in via precauzionale ha disposto per la giornata di oggi la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, dai nidi all’università, e con un videomessaggio diffuso nel cuore della notte ha spiegato che s’è trattato di un “evento

mappa sisma

sismico di una gravità importante” e che “prima di far entrare i nostri bambini e i nostri ragazzi all’interno delle nostre scuole vogliamo avere la certezza che vengano fatti tutti i controlli necessari a far sì che siano in totale e assoluta sicurezza” aggiungendo che quando saranno eseguiti tutti i controlli “daremo puntuali informazioni sull’esito e sullo stato di tutti i principali edifici del nostro territorio”.

Il terremoto è avvenuto in un’area considerata ad alta pericolosità sismica, ha spiegato l’ Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia in un’area, quella dove si è verificata la scossa, che non ha riportato eventi significativi , ma che ha visto nelle aree circostanti  terremoti superiori a magnitudo 5.

Tornando allo sciame sismico lo stresso Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha indicato altre cinque scosse tutte oltre il 2° grado di magnitudo fra Ravenna e Russi (l’ultima alle 4.44 di notte) con un picco di magnitudo 3.0 ed epicentro Cervia alle ore  00.29.  Un’altra scossa , con magnitudo 2.1 ,  è stata registrata anche in Emilia, nella zona della Costa Ferrarese (Ferrara), alle ore 00.17.

Tanta paura nella popolazione e decine di telefonate ai centralini di vigili del fuoco e polizia locale, ma per ora non sono stati segnalati danni a cose o persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *