Sant’Agata: torre trasformata in ‘papavero’ in omaggio a Nilla Pizzi

0
191

(Sesto Potere) – Sant’Agata Bolognese – 17 novembre 2020 – La torre piezometrica di Sant’Agata Bolognese, un vecchio manufatto in cemento, trasformata in un enorme papavero in omaggio a Nilla Pizzi, che qui nacque il 19 aprile 1919, e alla sua celebre canzone “Papaveri e papere”. E’ una delle iniziative del Comune di S. Agata Bolognese nell’ambito di “CentoNilla”, il cartellone di eventi per celebrare i cento anni della nascita della Regina della musica italiana che ha preso il via lo scorso anno.

La torre, di proprietà di Sorgea Acqua, è alta 35 metri e si trova all’ingresso del centro storico. L’opera è stata realizzata da due noti street artist come Rusty e Joys grazie al contributo di sponsor locali. I due artisti hanno lavorato a cielo aperto su due piattaforme trasformando il serbatoio idrico in un omaggio a Nilla Pizzi.

Le iniziative dedicate a Nilla Pizzi continueranno, al momento, con appuntamenti online nel rispetto della normativa Covid.

L’impegno dell’Amministrazione comunale è però di realizzare attività, concerti, mostre per il futuro così da ricordare come il modo di vivere l’arte, la musica e la società civile di Nilla Pizzi siano stati esempio di modernità capace di influenzare le generazioni.

Per il “Premio Nilla Pizzi”, l’Amministrazione di S.Agata Bolognese, Assessorato alla cultura – Teatro Bibiena di S.Agata, nei prossimi mesi, attiverà le procedure per l’organizzazione degli appuntamenti da realizzarsi nel rispetto delle recenti disposizioni in merito all’emergenza Covid.

A partire dal 2019, in occasione della ricorrenza dei cento anni dalla nascita di Nilla Pizzi, sono stati organizzati dal Comune di S.Agata diversi eventi con l’obiettivo, non solo di mantenere vivo il ricordo di un’artista indimenticata e indimenticabile della musica italiana e internazionale, ma soprattutto, di restituire lo spirito, la forza e la grazia che hanno animato questa donna straordinaria, che ha saputo percorrere le strade del tempo con una grande capacità di reinventarsi, oltre ad esportare, con la sua voce e la sua carica di energia, un’identità che appartiene alle nostre terre.

Nilla infatti è riuscita ad incontrare e vivere le star internazionali della musica e dello spettacolo e le persone del paese. Si è sperimentata in tournée mondiali, ma alla fine ha sempre fatto ritorno a Sant’Agata Bolognese.

Tra gli eventi organizzati, oltre alla presentazione del francobollo celebrativo e relativo annullo filatelico per il quale l’Amministrazione si è incaricata di presentare istanza al  Ministero dello Sviluppo Economico che ne ha poi deciso l’emissione nella categoria “Le eccellenze italiane dello spettacolo”, anche mostre, concerti, il gemellaggio con il Comune di Sanremo, l’istituzione del premio Nilla Pizzi rivolto a quanti abbiano saputo innovare con libertà intellettuale e spirito di solidarietà sociale i settori dell’arte, dell’editoria, dell’imprenditoria e dello sport (con una sezione speciale dedicata alla musica) e la realizzazione di una grande opera di street art.