Sanità pubblica come un’azienda? Potere al Popolo Forlì è “attonito”

0
180
Valentina Rossi Potere al Popolo

(Sesto Potere) – Forlì – 14 ottobre 2020 – “Noi che lottiamo contro l’aziendalizzazione, che rifiutiamo il criterio economicista per valutare gli esiti in sanità, che crediamo che la salute debba essere diritto dei cittadini ad essere informati e a partecipare, e non a essere merce. Noi che auspichiamo la scomparsa della sanità mercificata e del consumismo sanitario, ci ritroviamo attoniti davanti a chi trasforma la parola “azienda” in “progresso civile”: così Potere al Popolo di Forlì commenta le parole del rettore dell’Alma Mater Francesco Ubertini, oggi all’ inaugurazione del corso di laurea in Medicina a Forlì: “Con l’insediamento del corso di laurea in Medicina e Chirurgia, Forlì e la Romagna si giocano una nuova e inedita sfida organizzativa, quella di creare la prima “azienda sanitaria territoriale universitaria”… parole del Rettore dell’UniBo che – nota sempre Potere al Popolo di Forlì – sono state applaudite da centrodestra e centrosinistra.

“Ma azienda significa “Organismo composto di persone e beni, diretto al raggiungimento di un fine economico”... Tutto diventa Azienda, tutto diventa profitto, gli studenti prima e i lavoratori poi apparterranno all’azienda. Non dovranno pensare, non dovranno capire, ma solo eseguire gli ordini! Eppure sembra che nessuno si stupisca. La scuola e la sanità trasformate celermente dal capitalismo in una “sfida” il cui unico scopo sarà il profitto”: nota Potere al Popolo di Forlì.

“È piuttosto evidente che la classe dirigente, nella nostra città come a livello nazionale ed europeo, non ha alcuna intenzione, nemmeno dopo gli inequivocabili segnali mandati dalla pandemia da Covid-19, di mettere in discussione i paradigmi di fondo delle scelte scellerate politiche che governano la nostra società”: conclude Potere al Popolo di Forlì.