Sanità, melanoma: Stanganelli nuovo presidente Imi

0
170

(Sesto Potere) – Parma – 1 febbario 2020 – Per il prossimo triennio, Ignazio Stanganelli, Direttore della Skin Cancer Unit IRST IRCCS e Professore Associato dell’Università di Parma sarà il Presidente dell’Intergruppo Melanoma Italiano (IMI).

Per il Prof. Stanganelli – da tempo animatore dell’importante realtà associativa dedicata a questa seria patologia che colpisce principalmente la pelle – si tratta del più recente riconoscimento del valore professionale e di ricerca raggiunto.

“La diagnosi ed il trattamento del melanoma, una neoplasia maligna in continua e costante crescita di incidenza nella società̀ occidentale – spiega Stanganelli – richiede un approccio multidisciplinare. Sono particolarmente orgoglioso di questo incarico perché l’IMI rappresenta un reale gruppo multidisciplinare nazionale che riunisce tutte le migliori vocazioni italiane impegnate dalla diagnosi alla terapia del melanoma maligno ed ha lo scopo di contribuire all’approfondimento epidemiologico, preventivo, biologico, molecolare, diagnostico, clinico, terapeutico e sperimentale.”

Di notevole valore anche l’apporto di IMI dal punto di vista scientifico con numerosi studi compiuti o in corso di attuazione nell’ambito delle diverse aree di attività, con risultati che collocano l’associazione tra i gruppi cooperativi più̀ efficaci nel contesto nazionale ed internazionale.

“Il melanoma maligno – continua Stanganelli – rappresenta la neoplasia con il più elevato aumento di incidenza negli ultimi decenni nella popolazione bianca occidentale; è al secondo posto nei maschi e al terzo posto nelle donne over 50 anni. Siamo, pertanto, davanti a una patologia che ha un elevato impatto sociale. Per questo IMI ha avviato campagne di sensibilizzazione e formazione rivolte specialmente alle fasce più giovani.”

Nella foto in alto: Ignazio Stanganelli con il Prof. Dino Amadori (Direttore Scientifico Emerito IRT IRCCS)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here