San Mauro Pascoli e San Mauro Mare, dati positivi sul nuovo servizio Porta a Porta

0
103
Bidoncini-PaP-Hera

(Sesto Potere) – San Mauro Pascoli (FC) – 7 settembre 2021 – A due mesi dall’introduzione del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti porta a porta, San Mauro Pascoli registra una quota di raccolta differenziata che sfiora già il 70%. “Dopo un’iniziale difficoltà nel cambio di sistema di raccolta, possiamo definire il bilancio più che positivo – commenta il sindaco Luciana Garbuglia – Un risultato ottenuto grazie all’impegno dei cittadini che con diligenza hanno aderito al nuovo sistema di ritiro dei rifiuti porta a porta. Un bel balzo in avanti nella raccolta differenziata nel nostro paese, se pensiamo che da anni eravamo fermi a quota 53%, mentre gli obiettivi della Regione ci chiedono di raggiungere quota 73%, risultato che stiamo ampiamente raggiungendo”.

luciana garbuglia

Il nuovo sistema di raccolta porta a porta è partito lo scorso mese di luglio: per la zona residenziale, il sistema è ‘misto’, ossia con la raccolta porta a porta di indifferenziato e organico, mentre per plastica, vetro, carta e sfalci sono presenti ancora i cassonetti stradali; nella zona extraurbana (campagna) e artigianale il sistema è invece ‘integrale’, prevedendo la raccolta porta a porta di tutte le tipologie di rifiuti, e gradualmente sono stati rimossi tutti i contenitori stradali. Anche a San Mauro Mare il sistema di raccolta è di tipo‘integrale’, cioè porta a porta per tutte le tipologie di rifiuti.

“Nonostante gli iniziali disagi e un comprensibile momento di disorientamento, dovuto anche al cambio di abitudini nella gestione dei rifiuti, questo sistema – tra l’altro adottato da tutti i comuni della Provincia di Forlì Cesena e di Ravenna – si dimostra il più efficace in termini di obiettivi raggiunti nella percentuale di differenziazione delle raccolta. – spiega il sindaco – E’ un sistema che responsabilizza ciascuno di noi, consente di migliorare la quantità/qualità della raccolta differenziata e di ottenere importanti benefici per l’ambiente, che è il nostro obiettivo primario. Gli altri sistemi, con conferimento ai cassonetti stradali (che sia anche in modalità “smart”,con chiavetta, come già sperimentato), si sono dimostrati inefficaci nel raggiungere questi obiettivi.

Direi che questi primi dati che ci arrivano fanno capire che la strada intrapresa è quella giusta. La maggior parte dei sammauresi ha risposto bene a questa nuova sfida; ora puntiamo a contrastare l’abbandono dei rifiuti – fenomeno che era diffuso anche prima del cambio raccolta – con il sistema delle foto trappole, le telecamere mobili, che consentiranno di individuare e sanzionare i responsabili di queste pratiche incivili.

Gli effetti positivi del nuovo sistema di raccolta – conclude il sindaco – si traducono inoltre in benefici economici per la comunità: anzitutto registriamo già da quest’anno una riduzione del 10% sulla bolletta per tutte le utenze domestiche; riduzione che in futuro potrà aumentare sensibilmente attraverso la tariffazione puntale”.