San mauro, Marescotti, Spadoni, Riondino,Quintorigo e un omaggio a Beethoven per la XXIV edizione del festival “Il Giardino della Poesia”

0
558

(Sesto Potere) – San Mauro Pascoli (FC) – 11 luglio 2020 –  Confermata la ventiquattresima edizione de “Il Giardino della Poesia”, il festival di parole e musiche nei luoghi pascoliani di San Mauro Pascoli.Un’edizione ricca di appuntamenti, eventi unici, per un totale di dieci serate da trascorrere in compagnia della poesia, del teatro e della musica nelle magnifiche atmosfere del giardino di Casa Pascoli e della corte di Villa Torlonia Parco Poesia Pascoli.

La rassegna, presentata oggi in conferenza stampa, che si svolgerà dal 22 luglio al 7 agosto, ospiterà nomi del calibro di Ivano Marescotti, David Riondino, Nevio Spadoni, i Quintorigo, solo per citarne alcuni.

“Siamo orgogliosi di poter confermare anche per quest’anno, davvero straordinario, il nostro festival dedicato al linguaggio poetico in tutte le sue forme – dichiara il sindaco Luciana Garbuglia – E lo faremo in tutta sicurezza nelle nostre due arene spettacolo allestite nei due luoghi pascoliani, casa Pascoli e Villa Torlonia, dove torniamo a incontrarci grazie alla cultura”.

Anche quest’anno la rassegna, che è curata dall’associazione Sammauroindustria, guidata dal Presidente Daniele Gasperini, con la direzione artistica di Gianfranco Miro Gori“Il Giardino si caratterizza di anno in anno come un unicum nel panorama dei festival di poesia, cercando la poesia in ogni linguaggio o forma espressiva e facendola emergere in spettacoli costruiti per l’occasione: veri e propri inediti ”. Quest’anno ad arricchire la rassegna oltre la consolidata collaborazione con l’Accademia Pascoliana, ci sarà anche l’associazione Mikrà – Villa Torlonia Teatro che proporrà due grandi eventi a Villa Torlonia con ospiti Guido Catalano e Lella Costa.

il giardino di Casa Pascoli

Ad aprire la rassegna sarà un ospite speciale, un protagonista del mondo del teatro, particolarmente atteso dal pubblico del festival: Ivano Marescotti. L’attore e autore si esibirà al giardino di Casa Pascolimercoledì 22 luglio alle ore 21,15, e dialogherà con Gianfranco Miro Gori nello spettacolo, evento unico, “Stefano Pelloni un bandito che diventa un mito”. Come Stefano Pelloni detto il Passatore assurge, in un contesto di miseria, di fame, di ingiustizia e di sopraffazione, al ruolo di difensore dei deboli. Ivano Marescotti, compaesano del Passatore (Bagnacavallo), dialoga con Gianfranco Miro Gori compaesano del principale inventore del mito, Giovanni Pascoli (San Mauro Pascoli). Fu un semplicemente un crudele bandito ovvero pure un difensore degli oppressi?

Sabato 25 luglio nella corte di Villa Torlonia alle ore 21,30 Villa Torlonia Teatro, nell’ambito della rassegna Revèrso, presenta lo spettacolo “Adesso basta poesie d’amore e diamoci dentro” di e con Guido Catalano. Catalano esce finalmente di casa per portare in giro un nuovo reading in solitaria che, a discapito del titolo, affronta il Tema dei Temi. Un suggestivo viaggio poetico per cercare di tornare alla normalità: dai grandi cavalli di battaglia ai versi inediti prodotti sotto gli effetti psicotropi del lockdown.

Domenica 26 luglio al giardino di Casa Pascoli sarà la volta di David Riondino, amico del festival e già direttore di diverse edizioni del Giardino, per un evento unico tratto dall’Orlando Furioso. Accompagnato da Matteo Zenatti, voce e arpa, si esibirà in “La storia dell’uomo più bello del mondo”. Nel canto 28mo dell’Orlando furioso si racconta la novella dell’uomo più bello del mondo, anzi dei due uomini più belli del mondo; e delle loro avventure con le donne di tutta Europa, in una scorribanda erotica che va da Sherazade a Così fan tutte. Le ottave di Ariosto saranno raccontate e lette da David Riondino e in certi casi cantate all’antica maniera da Matteo Zenatti, tenore, musico e ricercatore: uniti in un’epica impresa.

Villa Torlonia Parco Poesia Pascoli

Lunedì 27 luglio al giardino di Casa Pascoli sarà la volta di Nevio Spadoni con lo spettacolo “Il matto nella poesia romagnola”, accompagnato da Claudio Rigotti alle tastiere. La poesia romagnola in dialetto ha il suo capostipite in Pulon mat (Paolone matto); e di matti e stravaganti è piena la poesia romagnola I più famosi presso i pubblico sono gli stravaganti di Tonino Guerra e nevrotici di Lello Baldini, ma tanti altri poeti hanno affrontato l’argomento. Nevio Spadoni, affermato poeta e drammaturgo ravennate, ci guida, accompagnato dalla tastiere di Claudio Rigotti, in un viaggio in questo emozionante filone.

Martedì 28 luglio sul palco di Villa Torlonia arriva Lella Costa, ospite di Villa Torlonia Teatro, nell’ambito di Revèrso con lo spettacolo “La vedova Socrate”, di Franca Valeri per la regia di Stefania Bonfabelli. Lella Costa sarà in scena con il nuovissimo spettacolo teatrale “La vedova Socrate”, un omaggio alla grande attrice Franca Valeri (che presto compirà cent’anni) autrice e prima interprete di questo testo. Si tratta di una anteprima regionale, in quanto lo spettacolo debutterà il 25 luglio al Teatro Greco di Siracusa. Un concentrato di ironia corrosiva e analisi sociale, rivendicazione disincantata e narrazione caustica.

Martedì 29 luglio sempre a Villa Torlonia l’Accademia Pascoliana presenterà il docufilm su Giovanni Pascoli per la regia di Mauro Bartoli“Narrattore dell’Avvenire. Un film su Giovanni Pascoli poeta”. La serata, che vedrà la partecipazione e gli interventi del regista, del Sindaco Luciana Garbuglia e della presidente dell’Accademia Daniela Baroncini, vedrà anche l’esibizione dal vivo del gruppo musicale Quintorigo, autori della colonna sonora del film. Il film racconta un nuovo Pascoli, a partire da centinaia di lettere tra il poeta e il fratello Raffaele, solo recentemente indagate. Una narrazione che intreccia la voce più intima di Pascoli con gli interventi di studiosi, storici ed intellettuali che raccontano la sua vita e la sua poesia, il tutto scandito dalla recitazione dei suoi versi e da materiali di repertorio.

Giovedì 30 luglio al giardino di Casa Pascoli i fondatori del Teatro delle Albe Ermanna Montanari e Marco Martinelli si esibiranno nello spettacolo “Tra Dante e Campiano”. La compagnia romagnola premiata a livello nazionale e internazionale, racconteranno le loro ultime esperienze letterarie, Montanari con Miniature Campianesi (Oblomov Editore) un “libro dei segreti” in cui racconta la natia Campiano, e Martinelli con Nel nome di Dante (Ponte alle Grazie), un’originale biografia dantesca, un libro sui padri.

Venerdì 31 luglio al giardino di Casa Pascoli Marco Valbruzzi, si esibirà con “La poesia della Costituzione” assieme agli interventi musicali di Mirko Catozzi. A queste grandi e seducenti domande cercherà di rispondere, accompagnato dalla fisarmonica di Mirko Catozzi, il politologo e costituzionalista Marco Valbruzzi.

Ivano Marescotti (Photo by Roberto Serra / Iguana Press)

Domenica 2 agosto al giardino di Casa Pascoli il gradito ritorno di Michele Zizzari con lo spettacolo “La poesia che nutre l’utopia”, accompagnato da Stefano Fariselli al sassofono e Alessandro Tiozzi alle chitarre. Le poesie al servizio dell’utopia. I versi e l’afflato sociale di Michele Zizzari, dai recenti volumi Sudori inediti e Balzi ribelli,accompagnati dalle note del sassofono di Stefano Fariselli e delle chitarre di Alessandro Tiozzi. Suoni e parole di un’irriducibile autonomia espressiva che si contamina di linguaggi sperimentali, fonde la musica alla poesia, la lirica alla cronaca, la memoria e la testimonianza all’ironia, l’urlo al sussurro, il delirio visionario alla cruda realtà.

Venerdì 7 agosto grande conclusione al giardino di Casa Pascoli con l’evento in anteprima nazionale dell’ensemble strumentale Amici della Musica diretto da Fabio Bertozzi con “250 note per Beethoven”, un omaggio al compositore nel 250esimo anniversario dalla nascita.

La rassegna è sostenuta dalla Regione Emilia Romagna attraverso il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura e con il contributo previsto dalla Legge regionale 37 a sostegno delle rassegne culturali e artistiche.
Gli spettacoli in rassegna sono a ingresso libero, eccetto gli eventi del 25 e 28 luglio che sono a pagamento con prevendita online sul sito www.liveticket/reverso.
Durante le serate che si terranno al giardino di Casa Pascoli, il Museo sarà aperto al pubblico per le visite dalle 20,00 alle 21,15.
In caso di maltempo gli spettacoli del giardino di casa Pascoli si terranno in Sala Gramsci.

Per maggiori informazioni: Biblioteca comunale San Mauro Pascoli, 0541 933656 e pagina Facebook e Instagram: ilgiardinodellapoesia.

Nella foto in alto scattata in occasione della conferenza stampa: Luciana Garbuglia Sindaco di San Mauro Pascoli, Miro Gori direttore artistico, Daniele Gasperini presidente Sammauroindustria, Piero Maroni vice presidente Accademia Pascoliana.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here