(Sesto Potere) – san Marino – 27 novembre 2021 – Chiuderanno fra pochi giorni, precisamente il 30 novembre, le iscrizioni alla decima edizione del Master di secondo livello in Medicina Geriatrica che l’Università degli Studi della Repubblica di San Marino organizza insieme con l’Università di Ferrara da dieci anni a San Marino grazie al supporto dell’Associazione Sammarinese di Gerontologia e Geriatria (ASGG).

Un’iniziativa che finora ha titolato oltre 160 diplomati e garantisce, fra le altre cose, una formazione specialistica di base sulle patologie correlate all’invecchiamento e sul loro trattamento. Un progetto nato per fornire le nozioni essenziali della Medicina Geriatrica ai camici bianchi di tutta la penisola che operano quotidianamente con pazienti anziani: medici di medicina generale e specialisti, ortopedici, anestesisti ma anche psicologi ed infermieri che, nelle 1500 ore di formazione, sviluppano un elevato standard di abilità nella valutazione multidimensionale geriatrica. 

In attesa di vagliare le iscrizioni il Dr Carlo Renzini, presidente ASGG che del Master è coordinatore della didattica “È per noi una grande soddisfazione, ogni anno, ritrovarci a diplomare medici a cui abbiamo trasmesso una formazione di elevato livello nel campo della Medicina Geriatrica, con riferimento alla epidemiologia, alle patologie correlate all’invecchiamento, al loro inquadramento e trattamento. L’attenzione che ci viene rivolta dai medici di medicina generale era nota, ci inorgoglisce molto l’interesse con cui il master viene partecipato da psicologi ed infermieri a riprova dell’importanza che, nel nostro programma, dedichiamo a tutti gli aspetti della cura del paziente anziano, del supporto alla famiglia e dell’approccio a tutte le problematiche connesse.”

Competenze sempre più richieste come conferma il Direttore del Master, Prof. Giovanni Zuliani, Università di Ferrara “Il bisogno di formazione in questo ambito è in crescita esponenziale tra il personale medico. Nell’ultimo secolo si è assistito, in tutti i Paesi occidentali, a un aumento progressivo della popolazione in terza età. Il paziente anziano ha particolari caratteristiche che lo distinguono e che richiedono una particolare preparazione da parte di tutti i medici che quotidianamente operano con lui, sia dentro che fuori le strutture dedicate.”

L’attività didattica, con frequenza obbligatoria e possibile anche in modalità da remoto, è suddivisa in 10 moduli, distribuiti in 10 mesi nell’arco di un anno accademico. Ogni modulo didattico è organizzato in due giornate: venerdì (mattina e pomeriggio) e sabato (mattina) e sarà costituito da lezioni teorico-pratiche ed eventuali attività culturali integrative.
Forte il legame con San Marino sugellato anche dal fatto che il master sia dedicato ad uno degli ideatori, il Prof. Giancarlo Ghironzi. Un ruolo centrale, e non solo per posizione geografica, quello che riveste oggi la Repubblica nel panorama della Medicina Geriatrica italiana: nel master sono molteplici le docenze di altri atenei e di enti ed istituti coinvolti al fine di offrire una offerta formativa davvero unica.

A presidere il Comitato Scientifico ASGG il prof. Domenico Cucinotta, docente del master insieme, solo per citarne alcuni, a luminari quali Alessandro Capucci, Andrea Ungar, Amedeo Zurlo, Andrea Fabbo e Rabbih Chattat. A questi ultimi l’onere di formare i discenti in merito alla psicogeriatria, garantendo un approccio multidisciplinare al paziente che mai come oggi è importante. C’è tempo sino alle ore 18 di martedì 30 novembre per le iscrizioni a questo percorso d’eccellenza.

Nella foto in alto: da sinistra Enrico Rossi, Carlo Renzini, Giovanni Zuliani, Amedeo Zurlo, Niksa SImetovic