San Lazzaro, dall’1 al 5 settembre ‘Il Silenzio del Tempo’, festival ecomusicale

0
154

(Sesto Potere) – San Lazzaro – 30 agosto 2021 – La musica, l’ascolto, il territorio, il camminare, l’aggregazione, la natura e la storia sono i protagonisti che animeranno Il Silenzio del Tempo. Festival ecomusicale, nato da un progetto del bandoneonista, flautista e compositore Carlo Maver

Saranno il parco dei Gessi, le grotte e il territorio del comune di San Lazzaro di Savena lo scenario del Festival che avrà un’anteprima di due giorni, sabato 28 e domenica 29 agosto, per poi entrare nel vivo dall’1 al 5 settembre

Il Festival è un ‘concentrato’ speciale in alcuni giorni consecutivi dello spirito che anima Crinali, il macro contenitore di eventi in corso in molti luoghi dell’Appennino bolognese, sostenuto da Destinazione turistica Bologna metropolitana, e che ha al centro l’attenzione per il paesaggio, le emergenze naturali e culturali del territorio. 

Ogni evento sfrutta le scenografie naturali del territorio del Comune di San Lazzaro, offrendo così un mezzo per raccontare e far conoscere le sue realtà, i suoi luoghi e le sue strutture. Si preannunciano molto suggestivi il concerto touareg all’alba con Mohamed Azizi (sabato 4 settembre, ore 6:30), l’affascinante possibilità di provare l’emozione del buio completo all’interno della grotta accompagnati dalle melodie di coraggiosi musicisti, oppure il concerto al tramonto di Gavino Murgia  alla Dolina della Spipola (domenica 5 settembre, ore 19). Senza dimenticare i concerti serali al Parco 2 Agosto dove nel main stage ci sarà il ritorno dopo anni di assenza del Maver Quartet (3 Settembre ore 21), musica dal mondo e un super musicista come Hamid Drake considerato uno dei migliori batteristi al mondo assieme al vibrafono di Pasquale Mirra (4 Settembre ore 21).

Il primo appuntamento de: “Il Silenzio del Tempo Festival”

Mercoledì 1 Settembre 2021, alle ore 21.00, alla Corte del Palazzo Comunale di San Lazzaro di Savena

“I segreti del Parco dei Gessi” Conferenza fotografica sulle grotte bolognesi, a cura del Gruppo Speleologico Bolognese – Unione Speleologica bolognese, per scoprire l’affascinante mondo sotterraneo pieno di ricchezze che si trova sotto ai nostri piedi.

Durante la serata verrà proiettato un video sulla candidatura Unesco dei gessi dell’Emilia Romagna con suggestive immagini aeree di questo grande orgoglio territoriale con foto operative dai luoghi inesplorati e inaccessibili del sottosuolo.

Grazie alla partecipazione di Francesco Grazioli e Massimo Dondidel Gruppo Speleologico Bolognese – Unione Speleologica bolognese e di David Bianco dell’Ente parchi Emilia Orientale, scopriremo i segreti di questo universo affascinante e nascosto.

La serata si concluderà con il video “Il segreto sospeso” sul ritrovamento e recupero all’interno della Grotta dell’inferno del cranio di Martin Loubens risalente all’età del Rame, tra mistero e storia.

Il progetto prevede un impatto ambientale pari a zero in quanto le performance musicali saranno in forma acustica. Da anni crediamo ed organizziamo eventi di nicchia capaci di veicolare messaggi culturali ed ecologici, di rispetto della musica e dell’ambiente. L’invito a riappropriarsi di una dimensione umana degli eventi, dove l’assistere ad un concerto può diventare un’esperienza. Creare “momenti” piuttosto che “eventi.   

Il Silenzio del tempo è promosso da Musica e Nuvole APS in collaborazione con il Comune di San Lazzaro di Savena, il Gruppo Speleologico Bolognese, il Parco regionale dei Gessi Bolognesi e dei Calanchi dell’Abbadessa e il patrocinio della Città metropolitana di Bologna. 

Il progetto prevede un impatto ambientale pari a zero in quanto le performance musicali saranno in forma acustica. 

Gli eventi sono tutti gratuiti, effettuati nel rispetto delle norme in vigore contro la pandemia, e prevedono un numero limitato di partecipanti.

Per informazioni e iscrizioni consultare il sito : www.crinalibologna.it  , https://www.facebook.com/events/420205302655816/