(Sesto Potere) – Bagno di Romagna – 25 gennaio 2022 – Attraverso un avviso cartaceo affisso in Ospedale s’è comunicato che a partire dal giorno 1° marzo 2022, lo sportello farmaceutico dell’Ospedale “Angioloni” di San Piero in Bagno chiuderà definitivamente.

Appresa la notizia – “non preceduta da alcun’altra comunicazione ufficiale” – la consigliere comunale Alice Buonguerrieri ha presentato un’interrogazione a risposta scritta per sapere se l’annuncio corrisponda al vero e quali siano le determinazioni e le azioni che l’amministrazione intenda assumere per scongiurare l’ipotesi , trattandosi di una chiusura che, se si realizzasse determinerebbe “l’ennesimo grave disservizio” a danno dei cittadini.

Ancora una volta vengono colpiti i pochi servizi rimasti presenti nelle zone periferiche, ancora una volta saranno i cittadini dell’Alta valle del Savio, di Bagno di Romagna ma non solo, ad essere pregiudicati da scelte che non tengono conto delle loro reali e primarie esigenze. Non si può continuare a costringere i cittadini della Valle del Savio a fare chilometri su chilometri per motivi di salute, per una visita, per un tampone e ora anche per l’acquisto di un farmaco. E’ una tendenza questa che esiste da troppo tempo, che continuiamo a denunciare con forza e che deve essere arrestata perché senza servizi i nostri territori montani sono destinati a spopolarsi. Auspico che gli enti preposti, in primo luogo l’Amministrazione comunale, intervengano con forza per evitare l’ennesimo disservizio a discapito dei nostri cittadini.”: commenta la consigliere comunale di Bagno di Romagna, Alice Buonguerrieri.