Russi, presentate le 20 tappe del 28° Gran Premio promesse di Romagna

0
141

(Sesto Potere) – Russi (Ra) – 6 febbraio 2020 – Torna nel week end alla Fusoloppet di Fusignano il 28°Gran Premio (GP) Promesse di Romagna a tappe dedicato alle gare giovanili tra i 6 ed i 15 anni.Il GP riparte il 9 febbraio con la prima di 20 tappe, più due in prova e lo ha comunicato in grande stile con una conferenza stampa nella sala consigliare del comune di Russi poiché  sono già nell’aria i preparativi per l’ importante ricorrenza dei 30 anni nel 2022.

“Russi centro di Romagna questo uno dei motivi che ci ha portato a chiedere la sua ospitalità”: le parole di apertura di Lucia Sassi speaker della conferenza stampa e Presidente del G.S. Lamone di Russi una delle società numericamente di maggior peso all’interno del Coordinamento Società’ Podistiche Ravennati che tra l’altro per prima dedicò un vero calendario gare ai piccoli podisti.

All’inizio il GP partì con molto entusiasmo e poche regole, ma negli anni il trend di partecipazione è andato incredibilmente crescendo, e da una media di 10-15 partecipanti iniziali (nel 1993) si è passati ai circa 100 bambini attuali, con un bilancio annuale di oltre 2000 giovani atleti partecipanti provenienti da tutta la Romagna ed anche dall’Emilia.

”Prima volta” che il GP si presenta ufficialmente ma con un successo piacevolmente inaspettato di presenze non solo di pubblico (tra cui vari presidenti di titolate società podistiche, ma anche molti piccoli atleti protagonisti) ma anche di autorità tra cui il sindaco Valentina Palli, padrona di casa, tre assessori allo sport (Russi, Ravenna e Conselice) oltre che l’assessore regionale al turismo in carica Andrea Corsini; due presidenti UISP (Ravenna-Lugo, ed Imola-Faenza) ed infine l’latro padrone di casa Raffaele Alberoni, presidente del Coordinamento Podistico Società Ravennati.

Grande l’attenzione rivolta dalla Regione Emilia-Romagna come ha dichiarato Andrea Corsini che come tutti i relatori ha voluto anche dare merito dell’operato encomiabile dei volontari e dello staff organizzativo del GP, tra cui presenti Francesco Sangiorgi e Remo Cantagalli suoi storici fondatori. 

”Il vostro è un lavoro straordinario ed importante..Noi siamo la regione dello sport, vacanza attiva e dello sport inteso come fattore di benessere, socializzazione, aggregazione sociale e forte elemento di educazione civica. Voglio ribadire con forza che con lo sport è un elemento strutturale delle politiche di governo della nostra regione dimostrando si può rafforzare il welfare nei territori e si può fare una grande azione di prevenzione sanitaria, culturale e formativo, oltre che di marketing territoriale e turistico…Vi prometto che vi continuerò ma seguire anche nei prossimi anni”.

Partecipare è semplicissimo e molte le novità introdotte da quest’anno. Con una piccola iscrizione di 2 euro anche senza società di appartenenza, si corre a chiamata in una delle 5 categorie di appartenenza per età in cui sono suddivisi gli ordini di partenza della gara, che si disputa su circuito protetto e con presenza dell’ambulanza medicalizzata. Sono ammessi anche i ”mini atleti” sotto i sei anni che però, pur con trattamento alla pari nelle premiazioni, corrono senza pettorale e non sono inseriti nella classifica del GP. Al termine della gara si fa merenda al ristoro e poi ricca premiazione consistente per tutti i bambini in un pacco gara e una medaglia con luogo o monumento identitario della città ospitante .

E qui subito la prima novità data come succosa anteprima che nel 2021 in occasione delle celebrazioni dei 700 anni della morte di Dante Sommo Poeta le medaglie nel retro riporteranno un versetto diverso della Divina Commedia. Tutti i partecipanti a più tappe hanno accesso alla classifica generale annuale che sarà aggiornata tappa per tappa e resa nota alla festa finale annuale con ulteriori ricche premiazioni.

Da quest’anno a conferma dell’ importanza data alle gare delle Promesse di Romagna sempre più’ richieste , sarà stilata per ogni gara anche una ”pagella di merito” per sicurezza del percorso e idoneità’ organizzativa: una sorta di bollino di qualità, certificato ogni anno da una commissione interna, a tutela del divertimento in sicurezza sui percorsi dei delle gare giovanili .

Il tutto con lo sguardo rivolto già al 2022 che riserverà davvero molto sorprese tra cui svelata la stesura già in itinere di un libro sotto forma di racconto fabuloso con raccolta foto storiche dedicato al 30° del GP il cui ricavato andrà in beneficenza per progetti dedicati ai bambini. 

Confermata la presenza delle riprese televisive di tutti i bimbi per il canale YouTube Newtimetv.life e in Tv Ch 90 DI-TV.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here