Rotary Club Forlì, Pierluigi Ranieri ha presentato i progetti e i service 2021-2022

0
226

(Sesto Potere) – Galeata – 9 luglio 2021 – L’annata 2021-2022 del Rotary Club Forlì è stata inaugurata dal nuovo presidente, Pierluigi Ranieri, e dai soci del sodalizio a Borgo Pianetto di Galeata con la visita al Museo Civico “Mons. Domenico Mambrini”, dove sono conservati reperti e oggetti dei siti archeologici di Mevaniola, della Villa di Teodorico e di S. Ellero, con la visita alla chiesa e al chiostro porticato e la conviviale all’Osteria La Campanara. 

Durante la serata, che si è svolta giovedì 8 luglio nel rispetto delle norme di sicurezza anticovid, il presidente Ranieri ha presentato i progetti dell’annata, i service a livello locale, distrettuale e internazionale e, nel segno del nuovo motto “Servire per cambiare vite” scelto dal presidente internazionale Shekhar Mehta, è stato rilanciato l’impegno a mettere in campo azioni umanitarie e di servizio per il bene del territorio e della comunità.

il presidente Ranieri

Ad accompagnare l’inizio della nuova annata anche il service “Rotary Tree” che, come ha spiegato Ranieri, è una metafora: «Viene piantato un albero lo stesso giorno in cui comincia una nuova annata del Club e, come un albero mette radici e si rafforza, cresce e negli anni diventa grande, così parte questa annata rotariana che, forte dell’humus delle annate precedenti, darà frutti e permetterà al nostro Club di continuare a perpetuarsi e mantenersi forte e solido».

E illustrando il progetto ha spiegato: «Questo albero di Macadamia è piantato da un contadino locale in Kenya, assorbe una certa quantità giornaliera di anidride carbonica, dà vita e nutrimento agli animali, frutti da mangiare e da vendere per la famiglia del contadino e inoltre contribuisce a compensare la deforestazione che colpisce quella regione. Con la tecnologia potremo seguire e monitorare a distanza la crescita di questo albero». Ranieri ha aggiunto che è «importante, come segno di partecipazione di tutti i soci, rivedersi in presenza rinnovando i legami di amicizia con leggerezza e spirito di servizio». 

Alla serata conviviale erano presenti circa cento soci, il past president Massimo Amadio, ed è intervenuto anche il sindaco di Galeata, Elisa Deo, che ha detto: «Vi ringrazio per essere qui in presenza, finalmente per la prima volta dopo le restrizioni legate alla pandemia. Vivo la cultura come fattore di crescita e sviluppo del nostro territorio. Galeata e il suo comprensorio offrono molte opportunità nel segno della natura, della storia, della tradizione, della cultura e dell’enogastronomia. Con Mevaniola e la Villa di Teodorico, inoltre, di cui sono ancora in corso approfondimenti da parte dell’Università, prima di Bologna e poi di Parma, abbiamo scoperto anche un nuovo mosaico, una pavimentazione che gli esperti dicono di grande interesse e tra le migliori d’Europa. Speriamo si possano presto fare progetti per renderla fruibile e aumentare così il turismo a beneficio di tutto il territorio».

Durante la visita è stato anche ricordato il service del Rotary Club Tre Valli che qualche anno fa ha curato gli allestimenti del Museo Mambrini. 

Presenti anche i fratelli Rinaldo e Stefano Biserni, originari di Galeata, rispettivamente past president del Rotary Club Forlì e del Tre Valli. Roberto Casamenti, titolare insieme alla moglie Alessandra Bazzocchi dell’Osteria La Campanara, ha accolto i soci ricordando che «la conviviale si svolge con la degustazione dei prodotti tipici del territorio. Qui a Pianetto offriamo un borgo che è un punto di riferimento per tanti visitatori che apprezzano la nostra vallata e, oltre all’Osteria, ci sono anche un bed&breakfast e un negozio con disponibilità di prodotti tipici. Ci vogliono nuovi progetti per sviluppare l’offerta turistica legata a questo borgo per accogliere le richieste che giungono da più parti». 

Il presidente Ranieri, che era accompagnato dalla moglie Stefania Monti che guida quest’anno il Gruppo consorti, sarà affiancato dal nuovo Consiglio direttivo del Rotary Club Forlì (nella foto in alto, ndr) composto, oltre che dallo stesso presidente, anche da Massimo Amadio (past president), Filippo Cicognani (presidente incoming), Davide Salaroli (vicepresidente), Paola Battaglia (segretario), Giuseppe Fabbri (tesoriere), Filippo Calzolari (consigliere), Antonio Nannini (consigliere), Gianluca Focaccia (consigliere), Igor Imbroglini (prefetto), Mario Fedriga (istruttore).

Il Rotary Club Forlì visiterà un altro luogo di interesse storico-culturale delle nostre vallate mercoledì 14 luglio con la serata al Castello di Cusercoli. Oltre a questo sito verranno visitati pure la Chiesa di San Bonifacio, il Museo delle Formelle e nella corte del Castello seguirà la conviviale con la relazione del prof. arch. Domenico Taddei su “Sistema difensivo delle Rocche della Romagna Fiorentina”. Sarà inoltre ricordato il socio arch. Roberto Pistolesi, morto improvvisamente un anno fa, che ha dedicato attenzione proprio al recupero del Castello di Cusercoli.

Il calendario degli appuntamenti del Rotary Club Forlì proseguirà martedì 20 luglio con la serata conviviale al Bagno Holiday Village a Milano Marittima dove interverrà l’ospite-relatore Matteo Plazzi, componente del team di Luna Rossa nell’ultima Coppa America, che parlerà di regate; martedì 27 luglio sulla terrazza del Grand Hotel di Cesenatico l’arch. Aida Morelli del Rotary Club Ravenna, presidente del Parco del Delta del Po, interverrà su “Acqua dolce – Acqua salata…?”.