Romagna Tech a supporto di 9 imprese romagnole

0
277
Romagna Tech

(Sesto Potere) – Forlì (FC) – 20 aprile 2020 – Buone notizie per le imprese del territorio romagnolo e ottimo risultato per Romagna Tech, anche grazie alla collaborazione con Confartigianato Ravenna e Confindustria Romagna.

Sono otto, infatti, le PMI che Romagna Tech ha assistito e a cui fornirà supporto per la realizzazione dei rispettivi progetti di innovazione tecnologica e diversificazione di prodotti e servizi, approvati dal bando regionale Por Fesr 2014-2020.

 I progetti mobilitano un investimento complessivo di quasi 600mila euro, a fronte di un contributo regionale pari alla metà: riguardano ambiti molto diversificati, quali l’impiantistica agroindustriale, la lavorazione della plastica, lo sviluppo di macchine per la produzione di musica digitale, etc. Tutti hanno però un denominatore comune, che è la ricerca di soluzioni riferibili all’evoluzione digitale, intelligenza artificiale, automatizzazione, etc.

Un altro ottimo risultato è stato raggiunto a favore di una multinazionale statunitense con sede in Bassa Romagna, produttore e fornitore di componenti e parti per l’industria automobilistica.  È stato approvato, infatti, un suo importante progetto di investimento e ricerca industriale presentato nell’ambito della Legge regionale n. 14/2014, per la promozione degli investimenti nel territorio dell’Emilia-Romagna.

Romagna Tech

Qui la collaborazione tra Romagna Tech e la società Romagna Servizi Industriali (Confindustria Romagna) ha contribuito a rendere operativo l’ambizioso progetto, che prevede un investimento complessivo di oltre 3 milioni di euro – a fronte del contributo massimo concedibile di 1,5 milioni di euro – e che a regime porterà all’assunzione di 22 nuovi addetti. 

“Un risultato davvero degno di nota – commenta Enrico Sangiorgi, Presidente di Romagna Tech -, in questo momento di estrema incertezza e preoccupazione. In primo luogo, ci dimostra che anche il tessuto imprenditoriale romagnolo è attento ai temi strategici dell’innovazione e sa cogliere le opportunità che la Regione mette a disposizione. Tutte le imprese sono romagnole, da Rimini a Imola passando per Forlì, Cesena e la Bassa Romagna. In secondo luogo, ci rinforza nella convinzione che uno strumento come Romagna Tech è estremamente utile ed efficace nel tradurre i bisogni dell’impresa in soluzioni concrete”.   

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here