Romagna dello Spungone: bilancio dei primi 4 mesi del progetto

(Sesto Potere) – Bertinoro – 19 dicembre 2019 – Tempo di bilanci e di rilanci per “Di Rocca in Rocca – La Romagna dello Spungone”, il progetto di marketing territoriale lanciato dai Comuni di Bertinoro, Castrocaro Terme e Terra del Sole, Meldola e Predappio che – grazie al sostegno della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì – hanno fatto rete per costruire un brand immediatamente riconoscibile e promuovere con più forza questa  parte del territorio romagnolo, che offre rocche e borghi suggestivi, eccellenze enogastronomiche, percorsi collinari ideali per la bike e il trekking, in modo da inserirsi più efficacemente nell’offerta integrata di Visit Romagna.

Una scelta lungimirante, dal momento che già ora si assiste a un’incoraggiante crescita dell’interesse per l’entroterra: nei primi dieci mesi del 2019, le località collinari, termali e appenniniche romagnole hanno registrato complessivamente un incremento intorno al 5% dei turisti in arrivo.

 “Di Rocca in Rocca – La Romagna dello Spungone” ha messo a punto un ampio ventaglio di iniziative per raccontare e promuovere la nuova aggregazione territoriale e i suoi punti di forza, attraverso vari filoni di intervento, come:

1 – interventi di comunicazione rivolti ai media tradizionali e ai new media, modulati in funzione dei target: locali, nazionali generalisti, di settore, ecc.

2 – narrazione diretta del territorio attraverso i principali canali social (Facebook, Instagram).

3 – messa a punto di strumenti online e offline per incentivare l’incoming e guidare i visitatori sul territori.

4 – incontri con gli operatori economici e gli stakeholder, considerati primi testimonial del territorio.

I punti di forza del territorio e i target

patto per lo Spungone

Nel definire le strategie di intervento del progetto, fondamentale è stata l’individuazione dei punti di forza su cui far leva per affermare il brand “La Romagna dello Spungone” e promuovere il territorio. Questi i principali filoni tematici: vino e cibo di qualità, itinerari specifici per escursioni bike e trekking, terme e benessere, la ricchezza di suggestivi luoghi storici (Rocche, pievi, musei, ecc.), la bellezza e le peculiarità dei paesaggi naturali, l’esperienza slow dell’ospitalità nei borghi, la varietà di eventi che si svolgono in tutte le stagioni dell’anno.

Questo ventaglio di proposte permette di tracciare gli identikit dei possibili pubblici interessati a fare un’esperienza nella Romagna dello Spungone: dagli sportivi che cercano una vacanza attiva nella natura ai gastronauti e winelover, dai turisti culturali a chi vuole ricaricarsi con le ‘coccole’ delle terme e la tranquillità di borghi caratteristici e accoglienti, dalle famiglie ai viaggiatori curiosi sempre alla ricerca di esperienze inedite e nuove mete.

Presentare il territorio on line e off line

·         Sito www.laromagnadellospungone.it – Al suo interno l’illustrazione del progetto, la presentazione del territorio e delle opportunità che offre ai visitatori, alcuni itinerari turistici, percorsi per bike e trekking con possibilità di scaricare mappe in formato GPX, i collegamenti ai siti web dei quattro Comuni coinvolti.

·         Guida alla Romagna dello Spungone – Opuscolo formato tascabile di 24 pagine, pensato come una sorta di bussola per scoprire il territorio. Corredata da una cartina, con ricco apparato fotografico e testi in italiano e in inglese, la guida dialoga con il sito e i canali social attraverso l’uso di Qr code.

·         Mappa – Luoghi di interesse, itinerari e informazioni utili sul territorio dello Spungone. Accanto alla cartografia brevi schede descrittive in italiano e in inglese.

·         Itinerari tematici – Per i biker sono stati messi a punto da sette itinerari specifici: quattro sono dedicati ai territori dei Comuni coinvolti, due collegano il territorio dello Spungone Forlì e a Cesena, infine uno si dirige verso la Riviera (più precisamente, Cervia). Per ognuno di essi il sito fornisce l’altimetria e la mappa scaricabile. Per il futuro si sta già lavorando per la predisposizione di alcuni percorsi dedicati al trekking. Infine, sono stati individuati una decina di itinerari tematici per guidare i visitatori alla scoperta di alcune peculiarità dei territori. Fra essi uno dedicato alle Rocche, uno che fa tappa nelle pievi più suggestive, uno – in vista del centenario dantesco – sulle tracce di Dante Alighieri nel territorio dello Spungone.

bertinoro terra dello spungone

·         Incontri con gli operatori – Sono stati organizzati incontri con gli operatori economici del territorio per far conoscere loro il progetto e illustrare i vari strumenti predisposti, che possono aiutarli a promuovere il territorio e le loro attività. Due gli incontri svoltisi finora, con il coinvolgimento di una cinquantina di operatori.

·         Merchandising – Il marchio “La Romagna dello Spungone” è stato utilizzato per la realizzazione di borracce e borsine di tela personalizzate.

Comunicare il territorio

Ufficio stampa – Per far conoscere la Romagna dello Spungone è stata attuata una campagna di comunicazione rivolta sia ai media tradizionali che ai new media. Nell’ambito di essa sono state organizzate due conferenze stampa, sono stati predisposti vari lanci nazionali e locali rivolti a tutti i media, sono stati promossi due educational tour con la partecipazione di giornalisti e blogger. Un’ottantina gli articoli finora usciti.

Social media – La Romagna dello Spungone è su Facebook e Instagram con profili dedicati (Pagina Facebook: laromagnadellospungone; Profilo Instagram: la_romagna_dello_spungone). Oltre 30mila gli utenti social raggiunti in questo modo. In particolare, la pagina Facebook, con una sessantina di post, conta su 1586 follower e una copertura dei post che, nel mese di dicembre, ha superato le 5000 unità.

Dall’online all’offline: nel mese di ottobre è stato organizzato un instawalk nel territorio dello Spungone, in collaborazione con i profili instagram “Igers Emilia-Romagna” e “Igers Forlì-Cesena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *