Rimini, turismo: business colpito dal degrado ambientale

0
66

(Sesto Potere) – Rimini – 13 ottobre 2019 – Il convegno ´Turismo Plastic Responsible´, svoltosi al TTG Travel Experience di IEG, in Fiera a Rimini, è stata l´occasione per presentare i numeri del progetto condotto su scala nazionale che Confturismo sta sviluppando da due anni con l´Università Alma Mater Studiorum di Bologna per promuovere l´attività di citizens science sul monitoraggio della biodiversità del mare e per la sensibilizzazione di turisti, residenti ed operatori sui temi ambientali. Sono 51 le località coinvolte in 11 regioni, oltre 4 milioni i contatti, che quest´anno hanno interessato anche un monitoraggio attento sui rifiuti plastici presenti sulle spiagge e nel mare.

Le imprese del terziario sono a buon punto in tema di sostenibilità: secondo un´indagine che l´Istituito di ricerca Format ha condotto quest´anno sugli Associati Confcommercio, infatti l´80%, degli intervistati dichiara di aver già adottato o prevede di adottare spontaneamente pratiche sostenibili nel proprio business.

Dai risultati dello stesso studio emerge che per il 94,7 degli imprenditori ridurre l´uso della plastica è un dovere morale per tutelare l´ambiente e la salute dei cittadini.

“Il turismo è il primo business ad essere colpito dal degrado ambientale e per questo i nostri operatori si sono mobilitati da anni, prima ancora che il tema raggiungesse la centralità mediatica che oggi registriamo”: ha commentato Luca Patanè, presidente di Confturismo Confcommercio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here