Rimini, lettera delle Brigate Rosse anche a Gnassi

0
180
sindaco Gnassi

(Sesto Potere) – Rimini – 10 novembre 2020 – “Ieri, anche a me, come ad altri sindaci della regione (tra questi: Alan Fabbri di Ferrara e Michele de Pascale di Ravenna, ndr) , è arrivata la lettera firmata ‘Le nuove Brigate Rosse’ in cui si lanciano folli accuse e ancora più folli promesse di atti violenti verso le nostre comunità. Ho segnalato il fatto all’autorità competente ma il clima è brutto, molto brutto, e confuso. Serve un eccezionale senso di responsabilità in ogni componente della società italiana: Governo e Istituzioni garantendo ossigeno alle imprese in difficoltà e sostenendo in ogni modo gli sforzi della sanità, Comuni e territori spalancando ancora di più le loro porte a chi ne ha bisogno, cittadini con i loro comportamenti rispetti della sicurezza. Solo tutti assieme possiamo evitare di finire nel baratro”: lo scrive in una nota il sindaco di Rimini Andrea Gnassi. A lui giunge la solidarietà del sindaco di Riccione Renata Tosi che in una nota: “Al sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, oggetto di minacce, va in questo momento il mio pensiero e quello della mia amministrazione perché simili fatti non dovrebbero agitare ancora di più un momento storico così difficile per tutti noi”.