Sabato 3 dicembre si accende la magia delle luci di Natale. Da Miramare a Torre Pedrera, passando per i borghi e il centro storico, fino alle piazze di San Vito, Gaiofana, Santa Giustina, Corpolò, tutta la città si illumina di luci calde di colore bianco, oro e rosso per dare il via ufficiale al periodo delle feste.

Un mese di decorazioni su tutta la città con il soffitto di stelle in piazza Cavour, il grande Platano secolare che si affaccia sulla piazza dei sogni, il grande albero tridimensionale in piazza Tre Martiri, gli Angeli luminosi che guardano l’Arco d’Augusto appena tornato al suo antico splendore al termine dell’intervento di restauro e pulitura, il veliero luminoso in Piazzale Boscovich, i gruppi natalizi che punteggiano il Parco del Mare tra Viserba, Viserbella, Torre Pedrera e Miramare e ottanta chilometri di luci che, da sud a nord, rimarranno accese (con orario ridotto, dalle ore 16.30 a mezzanotte) per illuminare le feste.

Ad accendere la magia del Natale, un suggestivo conto alla rovescia sabato 3 dicembre creerà l’attesa in pieno clima natalizio mentre, evento nell’evento, anche i grandi campioni del motorsport, protagonisti a Rimini nel corso dei FIM Awards nella giornata di sabato, assisteranno all’accensione delle luci natalizie in piazza Cavour.

 Quaranta campioni, vincitori dei titoli mondiali 2022 nei vari campionati organizzati dalla federazione internazionale e guidati dall’iridato di MotoGP Francesco Bagnaia portacolori di Ducati, saluteranno l’evento affacciandosi dal teatro Galli per salutare il pubblico e insieme a tutti i presenti avvieranno lo spettacolo in programma in concomitanza con l’accensione delle luci.

Tra marching band e cori natalizi per le vie del centro storico, spettacoli di fuoco e coreografie luminose, dalle ore 16 alle ore 18, la spiaggia di Piacere Spiaggia Rimini si trasferisce in centro città con spettacoli tra musica e intrattenimento, in un crescendo che culminerà con l’accensione alle ore 17, accompagnata da un magico sottofondo musicale.

Il programma prevede musica dal vivo con la Banda Giovanile di Rimini e le voci del coro della scuola Faini di Santarcangelo che inizieranno a scaldare l’atmosfera intorno all’albero di Piazza Tre Martiri, mentre le Principesse itineranti andranno a incontrare i bambini. In Piazza Cavour ad aprire la festa saranno i piccoli ginnasti della Polisportiva Celle con le loro esibizioni, mentre Veronica Villa introdurrà il pubblico alla festa con un repertorio natalizio riarrangiato in chiave acustica. Le Baie del Fuoco si accenderanno dalle 16.30, con spettacoli di fuoco inediti alternati agli show del gruppo di danzatrici Anura Stile Tribale con coreografie colorate e luminose.

La sfilata natalizia, che da piazza Tre Martiri arriverà in Piazza Cavour, vedrà protagonisti la banda musicale giovanile di Rimini, seguita dai ragazzi del Coro della scuola Faini e dalle Principesse, che si uniranno al pubblico di piazza Cavour per prepararsi al momento dell’accensione. Ad accompagnare l’accensione i Campioni del mondo delle 2 ruote, premiati con i Fim Awards, che saluteranno la città e i riminesi in concomitanza con il countdown. La festa proseguirà fino alle 18 con una suggestiva cartolina natalizia che darà ufficialmente il via al cartellone di eventi ‘Rimini, il Capodanno più lungo del mondo’ che porterà fino all’Epifania.

Insieme alle luci, ai mercatini, alla pista di ghiaccio, alle mostre e ai percorsi culturali, ai cori e all’opera lirica, l’atmosfera natalizia si vive nella tradizione dei presepi, il cui fascino non subisce l’usura del tempo.

A Rimini se ne possono ammirare diversi, tante celebrazioni della natività che rievocano la tradizione contadina e quella marinara, siano esse fatte di sabbia come e acqua di mare, come il presepe a Torre Pedrera, o composte da miriadi di meccanismi mobili o da figuranti in costume. Rappresentazioni artistiche e multietniche, che si aprono anche alle tradizioni dei diversi continenti, come i Presepi dal mondo promossi dalla Caritas – Migrantes e le principali comunità d’immigrati della diocesi di Rimini, una mostra da vedere ma anche un viaggio da fare per incontrare le varie comunità di immigrati che vivono a Rimini.