Rimini, bilancio attività di controllo Polizia Locale

0
158

(Sesto Potere) – Rimini – 20 luglio 2021 – Si è concentrata sul contrasto al gioco/truffa delle tre palline, al fenomeno della prostituzione e alla diffusione dell’alcol ai minori la densa attività messa in campo la scorsa settimana della Polizia Locale. Un assiduo e diversificato controllo del territorio per la sicurezza urbana che, solo in 3 servizi serali, ha coinvolto quasi 30 agenti della Polizia Locale, sia in uniforme che in abiti civili, dotati di fuoristrada e supportati da tutte e 4 le unità cinofile in dotazione alla municipale.

Un presidio del territorio che in tutte le serate è durato fino all’una di notte, concentrandosi in particolare nelle aree più sensibili, come i viali delle regine da marina centro, fino al confine con il Comune di Riccione ed esteso da nord a sud anche sulla statale 16.

Il ‘pattuglione’ si è dedicato quindi al controllo di fenomeni specifici, come prostituzione, controllo bivacchi e contrasto ai pallinari. L’attività ha portato ad elevare in tutto 33 verbali – tra la zona mare e la ss 16 – per violazione all’ordinanza antiprostituzione, che prevede una sanzione di 400 euro. Un servizio che normalmente si svolge in seconda serata, ovvero dopo che le pattuglie si sono dedicate alla sicurezza urbana sui viali delle regine, in particolare per contrastare il cosiddetto fenomeno dei pallinari. Un fronte impegnativo che nelle stesse serate a permesso agli agenti in servizio di mettere in fuga e fermare diverse persone sorprese in questa attività illecita.

Sono stati infatti 38 in tutto i verbali elevati. Multe notificate ad altrettante persone, prevalentemente straniere, per un importo di 1000 euro ciascuna, come prevede il regolamento comunale. A queste si aggiungono altre 3 sanzioni fatte ad un gruppo di nomadi sorpresi a bivaccare nei giardini sul lungomare a marina centro che sono stati immediatamente allontanati.

Su un altro fronte invece si sono svolti i controlli della squadra di Polizia Amministrativa che, nella serata di sabato sera, si è concentrata sul contrasto alla distribuzione di alcol ai minori.  Un altro importante presidio del territorio per il quale altri 3 agenti di Polizia Locale – anche in questo caso in abiti civili – hanno pizzicato 2 locali mentre somministravano alcol ai minori, rilevando in tutto 9 violazioni. Il primo locale a Rivazzurra dove – identificando tutti gli avventori – gli agenti hanno trovato 4 minori, di cui 2 inferiori di anni 16,  che stavano consumando bevande alcoliche al tavolo. Violazioni che hanno comprato per il titolare del locale 2 sanzioni di 333 euro ciascuna più 2 comunicazioni di notizia di reato alla Procura in quanto, per i minori di anni 16, si scivola nel penale.

Nella stessa serata a Viserba è stato pizzicato un altro locale sorpreso a somministrare bevande alcoliche ad altri 5 giovani 17enni.  Anche in questo caso sono scattate 5 sanzioni, che verranno trasmesse, come le altre, in Prefettura per l’eventuale valutazione della recidiva che – nel caso comprovata – comporta la chiusura del locale da 15 giorno fino a 3 mesi.