Rimini, anche il Prefetto alle commemorazioni dei tre Martiri partigiani

0
178

(Sesto Potere) – Rimini – 23 agosto 2021 – Anche il prefetto di Rimini ha presenziato alla sobria cerimonia commemorativa dei tre Martiri partigiani impiccati il 16 agosto 1944 nella centrale piazza loro dedicata fin dall’ottobre dello stesso anno (in precedenza era intitolata a Giulio Cesare), in seguito alla liberazione della Città (settembre 1944) da parte delle truppe alleate.

Mario Capelli, Luigi Nicolò e Adelio Pagliarani – questi i nomi dei giovani martiri – erano stati catturati due giorni prima dai nazifascisti e riconosciuti colpevoli, da un tribunale tedesco, di “ammassamento clandestino di armi e munizioni a fine terroristico e di reati di sabotaggio e attentati contro cose e persone”.

Sulle note dell’Inno Nazionale è stata deposta una Corona dinanzi alla Lapide ai Caduti per la Libertà, ove sono incisi i nomi – oltre a quelli dei tre menzionati – di altre vittime della locale Resistenza perite in combattimento o per fucilazione.