Riforma Quartieri, Marchi (Italia Viva) presenta emendamenti per migliorare nuovo regolamento

0
339
il consigliere comunale massimo marchi

(Sesto Potere) – Forlì – 30 novembre 2020 – “Riteniamo che il regolamento predisposto dall’Amministrazione, pur perseguendo questo obiettivo, non dia ancora una risposta efficace. Per questo abbiamo preparato una serie di emendamenti che hanno lo scopo di contribuire a migliorare questo testo e dare una efficacia maggiore alla partecipazione, irrobustendo la funzione dei territori e fluidificando il rapporto tra Comune e Quartieri.”: a dirlo è Massimo Marchi, consigliere comunale di Italia Viva Forlì.

“Una riforma del sistema del decentramento nel nostro territorio è una necessità manifestata da più parti e che anche noi condividiamo. Non perchè non si riconosca il ruolo fondamentale della partecipazione, ma perchè un sistema basato su 42 Comitati di Quartiere è evidente che, in una città di 120mila abitanti, è difficilmente sostenibile. Ben venga, dunque, l’intento di mettere mano a questo sistema, a patto che lo si renda più performante e in grado di rispondere alle esigenze del territorio”: aggiunge Marchi.

“La nostra opposizione a questa Amministrazione è sempre stata improntata all’approccio collaborativo e costruttivo, pensiamo che sia un un’atteggiamento più utile per contribuire a trovare soluzioni. Siamo convinti che prima delle appartenenze di partito, viene la nostra funzione istituzionale. Abbiamo apprezzato la decisione dell’Amministrazione di rinviare la discussione su questo argomento perché in questo particolare momento non costituisce una priorità anche in considerazione del fatto che sono stati appena prorogati i CdQ esistenti fino al 31 maggio prossimo e quindi c’è tutto il tempo per migliorare il testo del regolamento. Ci aspettiamo, quindi, che le nostre proposte, che sono in linea con questo spirito, vengano esaminate ed accolte, se davvero c’è la disponibilità del Sindaco e dei suoi Assessori a collaborare anche con chi ha idee differenti dalle loro”: conclude il consigliere comunale di Italia Viva Forlì.