Riforma dei quartieri, il PD chiede il rinvio: “Faremo le barricate”

0
197
i consiglieri comunali del Pd

(Sesto Potere) – Forlì – 30 novembre 2020 – In vista del Consiglio Comunale di lunedì in cui verrà discussa la proposta di riforma del regolamento dei quartieri, tematica al centro di forti polemiche in queste settimane, il Gruppo Consiliare del Partito Democratico di Forlì (vedi foto in alto) afferma in una nota: “Durante il Consiglio Comunale straordinario di lunedì scorso abbiamo approvato all’unanimità il rinnovo della scadenza del mandato dei quartieri al 31 maggio; ora non ci sono più scuse, c’è tutto il tempo per discutere di questa proposta che entrerà in vigore da settembre 2021 insieme ai componenti dei quartieri ed ai coordinatori di quartiere e di zona, tagliati fuori dal dibattito su questo testo”.

“Si tratta di una promessa fatta dalla stessa Cintorino – spiegano i Dem – all’indomani dell’assemblea della partecipazione di settembre, ora chiediamo all’Assessore di essere di parola e dimostrare che la sua riforma regge al confronto con tutti; diversamente la riforma sarà solo di una parte con il danno di non essere riconosciuta da quella metà dei cittadini che non hanno votato per questa maggioranza”.

l’assessore Cintorino

“Giovedì sera – continua la nota – abbiamo scritto una lunga lettera a tutti gli oltre trecento componenti dei quartieri per condividere le nostre considerazioni sul testo allegando la proposta di delibera; siamo rimasti stupiti da quante risposte stiamo ricevendo, a dimostrazione dell’esigenza delle persone, che danno anima e corpo alla partecipazione, di poter dire la loro su questa riforma”.

“Inoltre, sono emersi diversi profili di dubbia legittimità della riforma – discussi giovedì scorso in sede di Commissione verifica procedure amministrative – e di cui vanno chiariti i profili; anzitutto, il contrasto della proposta di riforma con lo Statuto del Comune che garantisce le funzioni dei quartieri e che – invece – la riforma attribuisce ai coordinamenti territoriali, quindi la possibilità per il Sindaco di rimuovere i coordinatori dall’incarico senza specificarne le modalità e condizioni, infine il problema delle Linee guida in cui tutte le risorse sono decise dalla Giunta, esautorando il Consiglio Comunale; un vero spregio alla garanzia d’imparzialità. In queste settimane, abbiamo più volte teso la mano all’Amministrazione per lavorare insieme al di fuori di ogni polemica politica, ma siamo pronti a dare battaglia in Consiglio Comunale per difendere i quartieri ed il loro diritto al confronto su questa riforma”: concludono i consiglieri del Partito Democratico di Forlì.