Ricerca, a Ferrara evento su programmi Ue

(Sesto Potere) – Ferrara – 24  febbraio 2019  – Ambiziose e audaci come il loro modello ispiratore, il piano spaziale denominato “programma Apollo” che fu lanciato negli anni ’60 da Kennedy con l’obiettivo di far sbarcare i primi uomini sulla Luna entro la fine del decennio. Così dovranno essere le missioni europee, cui sarà orientata Horizon Europe,la prossima programmazione di finanziamenti europei alla ricerca e innovazione.

ferrara

Al tema fondamentale e innovativo delle missions sarà dedicato martedì 12 marzo l’evento “Verso Horizon Europe. MISSIONS – Quali attese”, organizzato dall’Università di Ferrara, in stretta collaborazione con APRE (Agenzia per la promozione della Ricerca Europea), Regione Emilia-Romagna e ASTER (ore 8.45 – 13.30 al Teatro Nuovo di Ferrara). Tra i relatori principali: Renzo Tomellini, Capo Unità della DG RTD della Commissione europea, Fabio Donato, Rappresentanza Italiana presso l’UE e Francesco Profumo, Presidente Fondazione Compagnia di San Paolo.

L’iniziativa, inserita in un ciclo di eventi dedicati a Horizon Europe, esplorerà quindi una delle principali novità simbolo della proposta della futura programmazione dei fondi europei per la ricerca, le Missioni, che dovranno mirare alla risoluzione di problematiche globali e rilevanti per la vita quotidiana della cittadinanza comunitaria negli ambiti del cambiamento climatico, dei tumori,  degli oceani,

programma Horizon Europe

delle emissioni zero e del cibo.

A titolo di esempio, si possono citare la lotta contro il cancro, la mobilità pulita, la rimozione della plastica dagli oceani, così da alimentare l’interesse e la consapevolezza della cittadinanza europea per il valore della ricerca e del suo finanziamento.

La loro concettualizzazione prevede che siano progettate insieme a cittadini, stakeholders, al Parlamento europeo e agli Stati membri. Oltre a fare il punto sul processo di definizione concettuale e operativa delle Missions, l’iniziativa del 12 marzo vuole essere occasione per una riflessione tra attori nazionali.

Il confronto avverrà attraverso un dialogo a più voci tra la Commissione Europea, le istituzionali nazionali e i principali protagonisti della Ricerca e Innovazione italiana.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *