(Sesto Potere) – Riccione – 11 novembre 2021 – Nuova vita per viale San Martino valorizzandone le peculiarità quale importante asse turistico commerciale di Riccione mantenendo  intatti gli elementi identitari come i pini, gli spazi per la sosta, gli spazi all’aperto per le attività commerciali.

E’ stato approvato in Giunta il progetto di “Riqualificazione di viale San Martino nel tratto compreso tra viale Trento Trieste e viale Torino” con un investimento complessivo di 966.215,00 di euro.

“E’ una riqualificazione profonda, bella e di grande respiro. Abbiamo anche voluto dare impulso e velocità all’opera predisponendo una variazione al Triennale dei lavori pubblici 2021 perché le risorse ci sono e abbiamo deciso di non far attendere oltre una zona della città che merita tutta la nostra attenzione – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Lea Ermeti -. L’area oggetto di intervento riguarda la parte terminale del viale (verso mare), nel il tratto compreso tra viale Trento Trieste e viale Torino. I lavori non vogliono stravolgere la vita del viale così come siamo abituati ad averlo, quindi abbiamo pensato di mantenere la viabilità esistente, ma allo stesso tempo di privilegiare la percorrenza pedonale e ciclabile. Sarà una zona a 30kmh. Rimarranno ovviamente tutti i pini, così come spazi per la sosta e gli spazi all’aperto per attività commerciali”.

Il progetto è stato predisposto dagli uffici comunali dei Lavori Pubblici.

Lea Ermeti

“E sono molto orgogliosa di dire che le nostre risorse interne sono state davvero scrupolose nel seguire ogni indicazione dell’amministrazione, quindi vorrei ringraziare i nostri dipendenti del settore per essere sempre all’opera quando si tratta di valorizzare la città. Infine la riqualificazione di viale San Martino sarà sicuramente darà stimolo al processo di ristrutturazione e ammodernamento delle strutture alberghiere nella zona Sud e allo stesso tempo sarà incrementata la dotazione di parcheggi, sia pubblici che pertinenziali al di fuori delle sedi stradali, anche a distanza, al fine di ottenere il recupero della qualità degli spazi”: ha aggiunto l’assessore.  

Nello specifico il progetto prevede la sostituzione della pavimentazione attuale con nuovi materiali, lasciando inalterata la rete di sottoservizi e ricalibrando la suddivisione della sede stradale privilegiando aumentando la larghezza dei marciapiedi. Tutti i percorsi, carrabili e pedonali/ciclabili saranno mantenuti complanari.

Le problematiche legate alla presenza dell’apparato radicale dei pini sono state affrontate prioritariamente con una indagine conoscitiva sullo stato di salute e di sicurezza dei pini esistenti.
In base ai dati emersi dalle indagini effettuate sono stati stabiliti gli interventi da effettuare sui singoli esemplari e le problematiche legate alla crescita delle radici sarà affrontato con il sistema delle celle vegetative per tre nuovi pini messi a dimora.

Il viale godrà di aiuole predisposte per l’installazione di nuove sedute, pensate in relazione alle alberature esistenti e appoggiate unicamente sul profilo perimetrale. Tutto l’arredo del viale, sarà sostituito e ripensato in base alle nuove esigenze e ai nuovi materiali.