(Sesto Potere) – Riccione – 26 ottobre 2021 – La   sindaca di Riccione, Renata Tosi, (nella foto in alto), è intervenuta in merito ad una delle novità introdotte dal Governo nel Ddl delega, ovvero la possibilità che si possa sostituire l’addizionale regionale e comunale Irpef con una sovraimposta sull’Irpef la cui aliquota di base possa essere aumentata o diminuita dalle Regioni entro limiti prefissati.

Paolo Calvano

Un’ipotesi che il primo cittadino della località romagnola chiede venga scongiurata: “A Riccione  l’Irpef comunale è zero dal 2017. E  ci preoccupa molto la possibilità che possa essere aumentata a discrezione dalla Regione Emilia Romagna”: scrive Renata Tosi. Che propaga il concetto anche nella sua pagina Facebook.

A stretto giro si registra la replica di  Paolo Calvano, assessore regionale al Bilancio, che in una nota afferma: “La sindaca di Riccione può evitare di preoccuparsi, non dovrà opporsi a niente. La Regione non intende introdurre alcuna sovrattassa regionale”.

“La Regione non ha toccato le tasse regionali da sei anni a questa part e in particolare quest’anno ha alleggerito il carico fiscale attraverso vari interventi. Per citarne solo alcuni, vorrei ricordare l’esenzione ticket nazionale sulle prime visite per le famiglie con almeno due figli, il taglio Irap per imprese e attività economiche nei comuni montani e nelle aree interne, il trasporto pubblico gratuito per gli studenti fino a 19 anni, l’abbattimento delle rette dei Nidi. Mi pare quindi inutile – conclude Calvano – che la sindaca di Riccione profetizzi scelte che la Regione non ha alcuna intenzione di fare”.