Riccione, presentato progetto nuovo porto, al via lavori in autunno

0
386

(Sesto Potere) – Riccione – 2 aprile 2021 – Presentato in conferenza stampa il progetto del nuovo Porto di Riccione con la sistemazione delle aree portuali e fluviali del Rio Melo.

Una rivoluzione in 3 mosse: Laguna verso il mare per yacht e regate veliche, darsene storiche riqualificate e creazione di un porto a secco. In particolare, sulla darsena si prevede un immobile che conterrà i servizi nautici e la Capitaneria di Porto.

Sono previste anche piattaforme galleggianti con funzione di belvedere per turisti e cittadini.

E sulla terraferma verranno ridimensionati gli argini del Rio Melo per creare un percorso pedonale naturalistico.

“Per la città di Riccione, il progetto del Porto aprirà nuove possibilità di sviluppo a 360 gradi. Un turismo marittimo qualificato si unirà alla riscoperta di una vocazione, quella legata al mare e al balneare, che con forza oggi rivendichiamo come fattore culturale dell’identità della nostra comunità. Insomma il Porto non può essere solo quel luogo dove si ormeggiano le barche, ma deve essere la porta d’accesso sull’acqua alla città, deve essere integrata con essa tanto da portarle valore aggiunto. Il nostro progetto è pensato per far rifiorire tutta la zona, lungo il margine del fiume, creando la possibilità di una riqualificazione urbana, ecologica, con la creazione di nuove attrazioni per i cittadini e turisti”.

E’ il commento della sindaca di Riccione Renata Tosi che presentando il piano strategico per la riqualificazione del porto, così come lo ha voluto l’amministrazione comunale di Riccione, ricorda che non sono previsti appartamenti, ristoranti o negozi.

Se l’iter proseguirà con successo il cantiere per l’inizio dei lavori sarà attivato in autunno.

Il budget per il primo segmento dell’opera, 4 milioni di euro, è l’equivalente della vendita delle azioni Hera.