(Sesto Potere) – Riccione – 14 ottobre 2021 – Riccione raddoppia il Compleanno della città nell’anno della nascita di Comune autonomo con due giornate di eventi dedicati alla musica, sabato 23 e domenica 24 ottobre. Per celebrare questa ricorrenza storica, culturale e istituzionale, l’Amministrazione Comunale dopo la preview estiva della rassegna La Riccionese – Conversazioni e Contemplazioni, parte ufficialmente con la programmazione di iniziative che accompagneranno la città fino alla celebrazione della sua autonomia il 19 ottobre 2022.

Protagonista di questa speciale edizione 2021 del Compleanno dei 99 anni di Riccione, sarà la musica, declinata in straordinarie performance eseguite da giovanissimi talenti del territorio fino al concerto- evento del premio Oscar Nicola Piovani (foto in alto, ndr). 

Si parte sabato 23 ottobre alle 16 in piazzale Ceccarini con “Arciòn – Musica e illustrazione”, il contest artistico di giovanissimi creativi e musicisti innescato da un dialogo in pubblico con Louseen Smith, nome d’arte di Luisina Ilardo, giovane illustratrice nata in Argentina, riccionese d’adozione, fondatrice del progetto di rete tra artisti Destroy Brandina (2018) e autrice dell’albo “Arciòn”. Louseen Smith, attualmente impegnata nell’attività di servizio civile a Riccione Teatro, afferma che “le radici non crescono sulla sabbia, quindi ha dovuto trovare altri modi per sentirsi a casa” e “cerca di spiegare che perfino una città come Riccione ha diversi livelli di lettura, ognuno degno di essere narrato.” Louseen Smith posa il suo sguardo su una Riccione inedita, onirica, un luogo che è casa, ma anche disincanto e immaginazione. Il filo della narrazione grafica e di uno sguardo non turistico, ma autentico e urbano tesse la trama del pomeriggio musicale di sabato con il live painting del giovanissimo Siorol, nome d’arte di Simone Muscioni, trasmesso in presa diretta sul ledwall posto sulla facciata del Palazzo del Turismo.

Con lo sfondo delle immagini di Siorol, previste le esibizioni live di Luca Fol, Cricca, Michelle, Street light, T.h.Re.a.t. e Gabriele Ronchini Dj, ragazzi di età compresa tra i 15 e i 25 anni impegnati nelle attività delle due storiche scuole della città Musicantiere e Giocamusica che operano sul territorio in sinergia con numerosi enti e istituzioni pubbliche. Durante il pomeriggio i musicisti, che si succederanno sul palco naturale del piazzale centrale della città, alterneranno l’esecuzione di brani originali e cover a dediche personali alla città in cui vivono, raccontando esperienze, luoghi e ricordi. A inaugurare il pomeriggio musicale con un prologo che farà da cornice alla presentazione dell’albo di Louseen Smith, sarà anche il debutto di giovanissimi talenti dell’Istituto Musicale di Riccione diretto da Gianmarco Mulazzani.

Il giorno successivo, domenica 24 ottobre alle ore 21 nella splendida cornice del Palazzo dei Congressi è ancora la musica la protagonista del Compleanno della città. A salire sul palco della Sala Concordia, dopo le indimenticabili esibizioni in questi anni per il Concerto degli Auguri di Danilo Rea e Gino Paoli, Giovanni Allevi e la Europe Philarmonic Orchestra diretta da Ezio Bosso, sarà il pianista, compositore e direttore d’orchestra italiano Nicola Piovani, Premio Oscar per le musiche del film “La vita è bella” di Roberto Benigni. Il Maestro Piovani porterà a Riccione “La musica è pericolosa – Concertato “, un racconto musicale, narrato dagli strumenti pianoforte, contrabbasso, percussioni, sassofono, clarinetto, chitarra, violoncello, fisarmonica. A scandire le stazioni di questo viaggio musicale in libertà, Piovani racconta al pubblico il senso dei frastagliati percorsi che l’hanno portato a fiancheggiare il lavoro di De André, Fellini, Magni, di registi spagnoli, francesi, olandesi, per teatro, cinema, televisione, cantanti strumentisti, alternando l’esecuzione di brani teatralmente inediti a nuove versioni di brani più noti, riarrangiati per l’occasione. I video di scena integrano il racconto con immagini di film, di spettacoli e, soprattutto, immagini che artisti come Emanuele Luzzati e Milo Manara hanno dedicato all’opera musicale di Piovani. Insieme al Maestro saliranno sul palco della Concordia Marina Cesari al sax e al clarinetto, Pasquale Filastò al violoncello e alla chitarra, Ivan Gambini alla batteria e alle percussioni, Marco Loddo al contrabbasso e Sergio Colicchio alle tastiere e fisarmonica.

Il concerto-evento verrà introdotto dalle cariche istituzionali e da una presentazione del poeta e scrittore Davide Rondoni, nonché direttore artistico del Centenario con un intervento poetico dal titolo “Il canto del tempo e del mare”.

“ Il Compleanno della città di Riccione quest’anno riveste un significato doppiamente importante – dichiara l’assessore Turismo Sport Cultura Eventi, Stefano Caldari – perché si festeggia a pochi mesi dalla ricorrenza del Centenario in quello che idealmente sarà un percorso di accompagnamento con tante iniziative ed eventi da celebrare assieme ai riccionesi. Precede inoltre il palinsesto delle Festività Natalizie, claim irrinunciabile e marchio distintivo di Riccione a livello nazionale. Sempre sorprendente e accattivante, la città è una fucina di iniziative. E gli eventi scelti per il suo Compleanno ne sono una grande dimostrazione con una giornata dedicata ai giovani e alla ‘loro’ musica e una serata – concerto con il premio Oscar del calibro di Nicola Piovani “.

“ Il passato e le sue tradizioni, ma anche il presente e la stretta attualità con occasioni di riflessione per affrontare le sfide future. Sono queste – commenta l’assessore con ai Servizi Educativi, Biblioteca e Museo con delega al Centenario, Alessandra Battarra – le chiavi di lettura che l’Amministrazione propone ai cittadini e ai nostri affezionati turisti con un calendario annuale di iniziative a partire dal compimento dei novantanove anni di autonomia celebrati quest’anno fino ad arrivare al Centenario dell’ottobre 2022. Oltre a coinvolgere i singoli cittadini e le associazioni locali, verranno valorizzati ulteriormente luoghi, spazi e contenitori storici della città. Il Centenario rappresenta per Riccione un momento di forte memoria e, insieme, la capacità di guardare avanti per una città che da sempre ha saputo coniugare la tradizionale vocazione all’ospitalità con la continua ricerca del nuovo e del bello.”

“La scelta della musica come filo conduttore del doppio appuntamento di questa speciale edizione non è casuale. Universale e senza barriere – afferma il vice sindaco e assessore Servizi alla Persona Laura Galli – la musica non solo accomuna ma spesso è l’unica voce dei giovani, della loro interiorità e del particolare modo di raccontare sè stessi: a loro abbiamo voluto dedicare un intero palco a disposizione dove esibirsi in allegria, libertà e spensieratezza. La collaborazione con realtà del territorio come Giocamusica, Musicantiere e l’Istituto Musicale di Riccione ha infatti l’obiettivo di mettere i ragazzi al primo posto in un contesto di socializzazione e inclusione, a maggior ragione dopo il difficile periodo della pandemia che, proprio tra i giovani, ha avuto ripercussioni pesanti”.