(Sesto Potere) – Riccione – 23 agosto 2022 –  “Riccione è diventata Marsiglia comunque. Una volta i giovani andavamo li a divertirsi, le famiglie anche. Ora dopo le 18:00 se sei un bravo ragazzo devi avere paura a farti una passeggiata sul lungomare. Le manganellate nelle ginocchia ci vogliono.”: questo il  tweet che Emis Killa, al secolo Emiliano Rudolf Giambelli, (nella foto in alto), rapper milanese 32enne che   in Riviera ed anche a Riccione s’è esibito varie volte, ha pubblicato l’altro ieri pomeriggio.

Un post che ha ottenuto 5.459 “Mi piace” ed ha innescato innumerevoli commenti e accese polemiche, anche politiche.

Il leader della Lega, Matteo Salvini, ha ripreso le parole del musicista e sulle sue pagine social ha commentato: “Ha ragione Emis Killa: “Riccione è diventata Marsiglia… Il problema-sicurezza nelle città ormai è dilagante e fuori controllo, e non vedo l’ora che sia il 25 settembre per riprendere, con determinazione, per mano questo Paese e riportare un po’ di ordine, tranquillità e rispetto delle regole”.

Daniela Angelini
Daniela Angelini

Lo stesso Emis Killa s’è detto sorpreso del ritorno mediatico e con due distinti post ha replicato: “Te pareva che non diventavo la polemica del giorno”, aggiungendo: “Almeno avessi il disco in uscita”.

E la sindaca di Riccione Daniela Angelini ribatte: “Sono molto arrabbiata. Non condivido le parole del giovane rapper. Ha raccontato una Riccione che non esiste e per difendere il buon nome, l’immagine e il lavoro dei nostri operatori stiamo valutando di adire alle vie legali per diffamazione e danno d’immagine. Sono sindaca di questa città da metà giugno e dal primo giorno in cui mi sono insediata ho dato massima priorità al tema sicurezza, la priorità assoluta per chi a Riccione vive e per chi viene qui in vacanza. Quando abbiamo composto la giunta ho fortemente voluto al mio fianco, come assessore alla sicurezza, Oreste Capocasa, ex questore di Rimini e Ancona che ha messo in piedi un piano sicurezza in pochissimo tempo, nel pieno della stagione in cui una città di mare come la nostra ha i riflettori puntati con maggiore attenzione”.

“Ma noi non lavoriamo per i riflettori, ma per la sicurezza. Il nostro è un lavoro di presidio capillare in coordinamento con la Questura, Polizia e Carabinieri. Grazie allo sforzo degli uomini e delle donne della nostra Polizia Locale, nell’arco degli ultimi due mesi, ogni fine settimana a partire dalla Notte Rosa, le zone calde sono continuamente presidiate e attenzionate. Un’azione scrupolosa e costante che ci è stata riconosciuta da parte degli stessi operatori turistici che vivono e lavorano sul territorio ogni giorno. Le parole sono davvero uno strumento potentissimo, e questo nessuno lo sa meglio di chi è autore dei suoi testi, di chi è consapevole di essere responsabile delle conseguenze che quelle parole possono avere. Magari lei non ritiene la cosa importante, ma Riccione si è svegliata stordita e offesa dal suo sbrigativo messaggio sui social. Avrebbe potuto scrivere che le baby gang fanno schifo. Le avremmo dato ragione”: ha concluso la sindaca di Riccione Daniela Angelini.

Ed alla fine il rapper Emis Killa, in una ‘storia’ su Instagram ha meglio calibrato il suo pensiero: “Mi trovo costretto, ancora una volta, a prendere le distanze dai post che la Lega sta divulgando strumentalizzando le mie parole. Fatemi il favore di non scambiare un mio pensiero per orientamento politico. Non dovrei manco star qui a precisarlo, ma si sa come va il mondo al giorno d’oggi”, aggiungendo a stretto giro che c’è chi ha scambiato il suo “rammarico” e la sua “amarezza” per “diffamazione. lo amo Riccione e ci vado da quando ho 13 anni, 20 anni che la frequento e che ogni anno (compreso questo)” pianificando anche di comprarcisi una casa