Riccione, albanesi sorpresi dai cc con 6 chili di marijuana

0
179
carabinieri di rimini

(Sesto Potere) – Riccione – 17 luglio 2020 – Sembrava un normale controllo alla circolazione stradale quello avviato nel pomeriggio dai carabinieri della Sezione Radiomobile di Riccione, che avevano deciso di sottoporre a verifica amministrativa una Fiat Punto bianca in transito nelle vie cittadine.

carabinieri di rimini

Quando il veicolo ha arrestato la marcia, i carabinieri hanno riscontrato che a bordo vi era una coppia di fidanzati albanesi, classe 73 lui, con precedenti penali, e classe 96 lei, entrambi domiciliati a Riccione. Alla vista dei documenti del guidatore, però, qualcosa ha insospettito i militari, attirati da una discordanza di dati anagrafici riportai sul documento.

A quel punto i carabinieri hanno chiesto alla coppia di seguirli in caserma per gli approfondimenti di rito e sul volto della giovane donna è calato improvvisamente il terrore, ben presto sfociato in un pianto. Un comportamento tanto inaspettato quanto sospetto, tanto da indurre gli uomini dell’Arma ad approfondire ancora di più il controllo.

Giunto negli uffici del NOR, l’uomo – risultato coinvolto in vecchi precedenti di droga risalenti al 2007 – è stato ispezionato e trovato in possesso di 1.000 euro in contanti, in banconote da 100€. Questa circostanza, unita al pianto incontrollato della giovane albanese, acuito a seguito del rinvenimento dei soldi, ha indotto i carabinieri ad effettuare una vera e propria perquisizione, personale e domiciliare, condotta con l’ausilio degli investigatori della Sezione Operativa.

Giunti presso il domicilio dell’uomo, in pieno centro a Riccione, i carabinieri hanno così proceduto ad una perquisizione approfondita dando un senso alle lacrime disperate della donna: sotto il letto vi erano occultati due grossi sacchi in plastica contenenti marijuana per un totale di 6,6 kg.

A quel punto l’uomo, impassibile, non ha fatto altro che confermare la proprietà dello stupefacente ed è stato così dichiarato in stato di arresto. Successivamente, come disposto dal PM di turno, l’uomo è stato condotto in carcere con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e vi rimarrà almeno fino all’udienza di convalida del provvedimento.  

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here