Riccione, al via demolizione della palestra di viale Ionio

0
284

(Sesto Potere) – Riccione – 22 maggio 2021-  Sono iniziati il 20 maggio i lavori di demolizione della palestra di viale Ionio, entro la metà di giugno l’inizio della ricostruzione appaltata alla ditta G.C. APPALTI S.R.L., con sede a L’Aquila. La demolizione, iniziata questa mattina già nella parte di fabbricato più consistente, durerà 10 giorni, e per il 15 giugno si aprirà il cantiere della ricostruzione.

Lea Ermeti

La ditta da contratto ha a disposizione 300 giorni per ricostruire la nuova palestra che sarà consegnata quindi entro i primi mesi del 2022. I lavori di ricostruzione a basso impatto ambientale della palestra della scuola secondaria di 1° grado “F.lli Cervi” di via Ionio prevedono un investimento complessivo di 1.175.000 euro.

Il nuovo edificio sarà completamente rinnovata dal punto di vista dell’altezza, dell’impiantistica strutturale, dell’adeguamento sismico e degli standard di prestazione. Seguirà la progettazione dello Studio Thesis, lo stesso che ha progettato la palestra della di via Alghero. La struttura avrà pareti rivestite interamente in legno, un’altezza uniforme di 7 metri, rispetto al corpo attuale, che consta di altezze differenti per una superficie di 500 mtq. Avrà il termo cappotto esterno e negli spogliatoi con nuovi impianti di illuminazione e riscaldamento idonei a garantire una buona coibentazione e risparmio energetico. 

“La nuova palestra oltre ovviamente a servire l’intero complesso scolastico potrà essere messa a disposizione per attività extrascolastiche in particolare per quanto riguarda il campo di pallavolo – ha detto l’assessore ai Lavori Pubblici, Lea Ermeti -. Per finanziare i lavori della palestra, una struttura all’avanguardia che ricalca il modello di quella di via Alghero, siamo riusciti ad mettere in campo una serie di finanziati che vanno da un contributo di 253.986,24, assegnato con decreto del MIUR, a fondi propri con un’assunzione di mutuo di 321.550,06 con l’Istituto per il Credito Sportivo nell’ambito del protocollo di intesa ANCI-ICS – “iniziativa sport missione comune 2020”, e 599.463,70 con utilizzo di economie residue da altri mutui”.