(Sesto Potere) – Riccione – 22 ottobre 2022 – Una nuova iniziativa solidale nei riguardi dell’Ospedale Ceccarini di Riccione, è andata a favore del reparto di Medicina uomini, con la donazione di ben 9 televisori, da parte del Club Service Agora 11 di Rimini.

La cerimonia di consegna si è tenuta ieri, presso il reparto di Medicina del nosocomio riccionese, in presenza di Bianca Caruso, Direttrice della Direzione medica di ospedale, di Monica Mambelli, Cristina Trojani, Direttrice della UO Medicina, della Sindaca di Riccione Daniela Angelini, che hanno accolto la attuale Presidente del Club Agorà Barbara Donati,  Salva con la Vice Michela Torri e la past President Paola Mezzoli, accompagnata dalla presidente nazionale Agorà Italia Franca Longhitano.

Ospedale Ceccarini di Riccione

Questa iniziativa migliora il comfort alberghiero, nell’ottica dell’umanizzazione dell’ambiente di cura, per infondere ai pazienti ricoverarti e alle loro famiglie, quel calore e senso di accoglienza sul quale l’Azienda Usl della Romagna sta cercando di investire, anche grazie al sostegno dei donatori.

L’Associazione Agorà – ha dichiarato Paola Mezzoli – ha tra i suoi scopi l’amicizia e la promozione dei valori morali, culturali e professionali, nonché l’organizzazione di attività sociali e benefiche. Siamo orgogliose e soddisfatte oggi, di avere raggiunto questo obiettivo a favore dell’ospedale di Riccione, che tutte le 23 socie hanno fortemente voluto e che anche Agora’ Italia ha sostenuto come service per l’annata sociale 2021/22”.

“La richiesta dei televisori per i degenti in Medicina è partita dalla constatazione della solitudine che questi pazienti hanno patito durante il primo periodo Covid – ha dichiarato la Dott.ssa Trojani – i nostri degenti sono persone anziane, più abituate a due chiacchiere in famiglia o all’ascolto della televisione che all’uso di un computer o di uno smartphone. Un dono davvero utile e apprezzato, per il quale siamo molto grati alle socie di Agorà, perché grazie al loro impegno e al coinvolgimento della comunità, oggi possiamo migliorare l’accoglienza ed il comfort dei pazienti ricoverati”.

Si unisce ai ringraziamenti anche la direzione dell’Azienda Usl della Romagna, per questa nuova donazione che si aggiunge alle altre numerose iniziative solidali intraprese in questi anni a sostegno del percorso di umanizzazione delle aree ospedaliere all’interno delle strutture sanitarie di tutta la Romagna.