Restaurata grazie Lions Club Forlì Host la “Madonna con il Bambino”

0
91

(Sesto Potere) – Forlì – 24 dicembre 2019 – Nel corso di una cerimonia che si è tenuta giovedì scorso il Lions Club Forlì Host ha riconsegnato alla Chiesa di Santa Lucia l’opera pittorica su tavola “Madonna con Gesù Bambino”, dopo un intervento di restauro curato dal laboratorio di Andrea Giunchi. 

È stato Foster Lambruschi, presidente del Forlì Host, a sottolineare l’importanza del service partito nell’anno sociale 2017-2018 sotto la presidenza di Gabriele Zelli, poi confermato dal suo successore Andrea Mariotti.

Nel corso dell’iniziativa Don Enrico Casadio, parroco di Santa Lucia, e il Vescovo di Forlì-Bertinoro Mons. Livio Corazza, hanno espresso il proprio compiacimento per il lavoro svolto e nel contempo richiamato l’attenzione sulla necessità, da parte di tutti, di prendersi cura maggiormente del patrimonio artistico e architettonico cittadino, senza dimenticare l’impegno verso i cittadini più bisognosi.

A questo proposito il Lions Club Forlì Host ha confermato di voler donare entro la fine del 2019 una nuova cucina alla mensa San Francesco della Chiesa di Santa Maria del Fiore. 

restauro madonna con bambino

Durante il corso della cerimonia, oltre al gesto di restituzione all’intera collettività di un’opera di alta qualità che per ragioni stilistiche è da considerare dipinta verso la metà del Cinquecento da un artista fiorentino fortemente influenzato dagli stili di Jacopo Pontorno e Agnolo Bronzino, è stata richiamata l’attenzione sulla figura di Aurelio Fusaroli (Forlì 1918-2008) che una trentina di anni fa donò l’opera in questione, in ricordo della moglie Franca Fabbri, all’allora parroco don Guido Sansovini. Fusaroli è stato ricordato anche dal nipote Alberto Mazzoni. 

Il Lions Club International ha assunto l’impegno, dalla sua costituzione, di combattere la cecità in qualunque forma si manifesti e di aiutare chi è gravato da questa sindrome e poche settimane fa il Forlì Host ha assunto l’onere di svezzare un cucciolo di razza Labrador che in prospettiva diventerà un cane per non vedenti.  

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here