Renzi apre la crisi di governo e sfila i ministri di IV

0
571

(Sesto Potere) – Roma – 13 gennaio 2021 – Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, in conferenza stampa in diretta on line dalla Camera dei deputati insieme a Teresa BellanovaElena Bonetti e Ivan Scalfarotto ha ufficialmente aperto la crisi di governo, annunciando – come aveva anticipato in una lettera al premier Conte –  le dimissioni delle ministre Teresa Bellanova ed Elena Bonetti e del sottosegretario Ivan Scalfarotto dal governo. “È molto più difficile lasciare una poltrona che aggrapparsi allo status quo. Noi viviamo una grande crisi politica, stiamo discutendo dei pericoli legati alla pandemia. Davanti a questa crisi il senso di responsabilità è quello di risolvere i problemi, non nasconderli”: ha chiarito Renzi. Quali saranno gli sbocchi della crisi? “Tocca al presidente del consiglio decidere noi siamo pronti a discutere di tutto in questo perimetro di maggioranza. Siamo anche pronti ad andare all’opposizione, a noi non interessa la nostra carriera interessa il futuro del Paese. Abbiamo passato il Natale a studiare il recovery plan e mandare al ministro Gualtieri una proposta con 62 punti. Noi siamo fatti così”: ha affermato tra l’altro Matteo Renzi. Sull’apertura formale della crisi Renzi ha spiegato che la mossa “tocca al presidente del Consiglio”, “noi siamo pronti a discutere di tutto. Non abbiamo nessuna pregiudiziale né su formule né su nomi”: ha spiegato il leader di Italia Viva aggiungendo che non intende porre veti sul premier Conte, aggiungendo subito dopo che: “quello di Conte non è il solo nome possibile per un governo sostenuto dalla stessa maggioranza”.