Regione E-R pronta a ricapitalizzazione Fiera di Piacenza. Il sindaco Barbieri ringrazia

0
161

(Sesto Potere) – Bologna – 19 gennaio 2021 – Parti sociali ed Enti Locali apprezzano la decisione della Regione Emilia-Romagna di procedere a un aumento di capitale di 600mila euro nella Fiera di Piacenza. La proposta, che si inserisce nel nuovo piano industriale e di sviluppo dell’Expò piacentino, è previsto da un progetto di legge presentato dall’Assessore Vincenzo Colla e ieri pomeriggio oggetto dell’audizione tenutasi nella commissione Politiche economiche, presieduta da Manuela Rontini.

A illustrare il provvedimento è stata la consigliera Katia Tarasconi (Pd), relatrice di maggioranza del provvedimento che ha invitato a una forte sinergia tra pubblico e privato, tenendo conto anche del quadro complessivo dovuto alle restrizioni imposte dalla necessità di contenere la diffusione del Coronavirus. “Fino a poco tempo fa la Regione stava per uscire da Piacenza Expò, ma quello che si verificato con il Coronavirus ha cambiato le cose. La Regione che ha deciso di investire sulla Fiera piacentina per una ragione di marketing territoriale: Piacenza è un crocevia per le persone e per le merci e quindi ha un grande potenziale territoriale”, spiega la relatrice di maggioranza, che ricorda come “la Regione sta facendo un grande investimento: 600mila euro rappresentano un cambio di passo molto importante”.

la sindaca di Piacenza Patrizia Barbieri

Tarasconi ha anche auspicato un approccio ampio e di collaborazione fra le forze politiche sul tema dicendosi positivamente colpita da alcune dichiarazioni espresse da un rappresentante del centrodestra come il consigliere Giancarlo Tagliaferri (Fdi) sul tema rilancio della Fiera di Piacenza. Dal canto suo il relatore di minoranza Matteo Rancan (Lega), ha sottolineato come il provvedimento sia strategico e che debba contribuire al rilancio dell’intero territorio piacentino. “In questo momento è importante lavorare per il rilancio di un territorio particolarmente colpito dal Coronavirus: per questo appoggiamo questo provvedimento”, spiega Rancan sottolineando come sia un bene che il progetto di legge della Giunta vada di pari passo con un emendamento della Lega sul rilancio economico della Fiera approvato dall’Assemblea nel corso dell’ultima sessione di Bilancio prima di Natale. “Tutto quello che stiamo facendo è un bene per Piacenza”, sottolinea Rancan.

A conferma delle parole dei due relatori circa le positive ricadute del pdl sul tessuto economico di Piacenza è sufficiente leggere l’intervento della sindaca di Piacenza Patrizia Barbieri. Intervenendo in Commissione, Barbieri ricorda l’importanza che Piacenza abbia una programmazione fieristica ancorata alle peculiarità dell’expò piacentino. “La nostra Fiera fa un lavoro di grande qualità e non lo dico io che come sindaco. A dirlo sono gli operatori che ci hanno chiesto di poter investire sulla nostra fiera”, spiega il primo cittadino di Piacenza che, citando Tarasconi e Rancan, ricorda come “la Fiera è un grande volano su tutto il territorio: è indispensabile sostenere un investimento che porterà un beneficio non solo a Piacenza, ma a tutto il territorio regionale visto che Piacenza è considerata strategica”.

Disco verde al progetto di aumento di capitale della Regione in Piacenza Expò è arrivato anche da Guido Zama, direttore di Confagricoltura Emilia-Romagna, che ha sottolineato “l’importanza di sostenere un sistema fieristico colpito dal Coronavirus: Piacenza poi è strategica e molto importante per tutto il mondo agricolo, la Fiera è in una situazione strategica, dato che si incunea tra Emilia-Romagna, Lombardia e Piemonte”. Zama ha avuto parole di apprezzamento per la Giunta e per la collaborazione tra maggioranza e opposizione nel percorso di rilancio dell’Expò piacentino da cui “può venire un forte sostegno al settore agroalimentare, la cui importanza per la nostra economia regionale è nota. Piacenza può diventare il punto di eccellenza per il settore fieristico agricolo: avere una Regione che investe in questo settore è molto importante”.