Regionali, Zingaretti (Pd): “Per Salvini Lucia Borgonzoni è inadeguata”

0
120

 

(Sesto Potere) – Forlì – 17 gennaio 2020 – “Ma Lucia Borgonzoni è capace o incapace di governare? A questa domanda rispondo dicendo che è lo stesso Salvini che la ritiene inadeguata e non le permette di figurare in questa campagna elettorale. Mentre dall’altra parte c’è un uomo, Bonaccini, col quale ho un rapporto d’amicizia di trent’anni. E con lui ho parlato , almeno due volte, qui in Emilia-Romagna, per impostare la campagna elettorale senza che se ne desse informazione ai giornalisti”:

così il segretario Pd Nicola Zingaretti , questa mattina nella sede dei candidati del Pd in conferenza stampa a Forlì, rispondendo a chi gli chiedeva un parere sulla sfidante del governatore in carica e a chi eccepiva di averlo visto poco presente a fianco del candidato del centrosinistra.

E per rispondere alla sortita di Matteo Renzi che ha definito il Pd un partito “a rimorchio” dei 5 Stelle Zingaretti ha replicato: “Io dico che si devono combattere gli avversari, non gli alleati, e aggiungo: ‘basta distruggere’ . Il vero avversario è Salvini e le destre che ci sono dietro. Ed è il Pd , adesso, l’unico partito attorno a cui costituire una vera alternativa a queste destre”.

Poi , riguardo al voto delle regionali 26 gennaio, Zingaretti ammette che la posta in gioco è alta: “Le opzioni che rimangono in campo sono due: da una parte una proposta distruttiva di un uomo politico (riferito a Salvini, ndr) che elenca i problemi ma non ne risolve uno, e dall’altra parte: un candidato, Bonaccini, che ha dimostrato di saper difendere il territorio, una delle regioni più ricche d’Italia e d’Europa, creando un modello fondato sul lavoro e lo sviluppo. Si tratta di proseguire in questo percorso … “: aggiunge Zingaretti anticipando le aspettative sul voto regionale.

“Noi vogliamo ridare speranza, non discutere di bugie o difenderci da paure costruite ad arte, come fu per il Mes, con Salvini che aveva creato un mostro da combattere proponendosi poi come salvatore, e come l’annunciata invasione con l’immigrazione alle porte. E adesso c’è l’attacco alla Consulta dopo la decisione della Corte Costituzionale di dichiarare inammissibile il referendum sulla legge elettorale … ha sollevato l’ennesimo polverone mettendo paura agli italiani (il leader del Carroccio ha parlato di ‘una scelta contro la democrazia’, ndr) ”. 

Erano presenti alla conferenza stampa di Zingaretti i candidati Pd alle Regionali Rosa Grasso, Sara Samorì e Paolo Zoffoli. Ha portato i saluti il segretario territoriale del Pd Daniele Valbonesi.

Zingaretti ha risposto anche a chi chiedeva un parere sull’attività del movimento delle cosiddette ‘sardine’ che questa sera  saranno in piazza Garibaldi, a Forlimpopoli, per un flash mob: “Rappresentano una boccata d’ossigeno per la democrazia italiana , ma si tratta di un movimento libero e autonomo che tale dovrebbe rimanere, e noi non tiriamo nessuno per la giacchetta. Tocca alla politica fornire le risposte, ai temi che loro pongono”.

Dopo la tappa forlivese per Zingaretti nel pomeriggio appuntamenti elettorali a: Cesena e Cesenatico, mentre domani, sabato 18 gennaio, il segretario Pd sarà ad Imola, Rimini, Bellaria e poi Ravenna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here