Regionali, presentati i candidati di F-C della lista Bonaccini Presidente

0
214

(Sesto Potere) – Forlì – 4 gennaio 2020 – S’è svolta questa mattina in conferenza stampa la presentazione dei candidati di Forlì – Cesena alle elezioni regionali per la lista Bonaccini Presidente. Erano presenti il capolista Claudio Vicini e poi Priya Baldazzi, Patrizia BezziElisa DeoAlberto Mingotti (vedi foto nella pagina).

La candidature sono state sostenute e propiziate dal parlamentare di Italia Viva Marco Di Maio.

Claudio Vicini , nato a Cesena il 27 gennaio 1953, lungamente professore a contratto presso le università di Parma e Pavia, già professore straordinario a varese, e successivamente  Professore Associato di Otorinolaringoiatria presso le Università di Ferrara e Bologna, ed è Direttore del Dipartimento Testa-Collo della AUSL Romagna. Specialista in ORL, Audiologia e Neurologia, è anche Esperto in Medicina del Sonno della Associazione Italiana di Medicina del Sonno (AIMS). È attualmente Presidente della Società Italiana di Otorinolaringoiatria e Chirurgia Cervico-Facciale, per la quale dirige un Corso giunto alla decima edizione di Chirurgia di Disturbi Respiratori in Sonno. È Autore di oltre centro tra lavori scientifici e monografie in ambito di trattamento chirurgico di russamento ed apnee. Ha al suo attivo oltre 16mila interventi chirurgici come primo operatore.

Tra le priorità dell’azione politica di Claudio Vicini: promuovere una netta siscontinuità con la gestione Ausl Romagna degli ultimi anni, valorizzare la professionalità degli operatori, promuovere progetti di prossimità che consentano di avvicinare sempre più la sanità alle persone, istituire la figura dell’ infermiere di quartiere, ma anche lo psicologo di famiglia e di prossimità, attivare il progetto della farmacia dei servizi, come snodo fondamentale per fornire risposte sempre più vicine ai bisogni della gente, e poi ancora la medicina elettronica la tecnologia per migliorare i servizi di sanità e assistenza a domicilio, riducendo tempi d’attesa e disagi per chi ha difficoltà a uscire di casa.

Priya Baldazzi Vicini ed Elisa Deo

Una sintesi che condensa un programma completo in 64 pagine, una campagna elettorale che ruota attorno al claim: “Vicini a voi. Una vita dedicata alle persone”.

“Mi metto in gioco per rappresentare il nostro territorio e mettere al servizio delle istituzioni le competenze che ho acquisito dopo una vita di impegno professionale al servizio delle persone. Sarò vicino ai miei elettori come lo sono sempre stato ai miei pazienti”: spiega Vicini.

In conferenza stampa è intervenuta anche il sindaco di Galeata Elisa Deo:  ” Ho accettato rimanendo nel solco del civismo, quello che mi ha concesso di essere riconfermata lo scorso anno, al terzo mandato da sindaco. Ho accettato non certo per rappresentanza di partito , visto che il Pd, nel mio Comune è all’opposizione da parecchi anni, o per ideologia, ma perchè Stefano Bonaccini con una scelta rivoluzionaria me lo ha chiesto dimostrando pragmatismo e amore per il territorio, dopo aver dimostrato di essere un ottimo amministratore che conosce tutti i comuni dell’Emilia-Romagna , sapendo tessere relazioni a tutti i livelli istituzionali rappresentando e promuovendo al meglio la nostra Regione , cosa che non si può dire della candidata leghista Borgonzoni che più volte ha dimostrato di non sapere di cosa parla”.

Claudio Vicini

Sono intervenuti in conferenza stampa anche: Patrizia Bezzi (professoressa a contratto nel Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie dell’Università di Bologna; in servizio a tutt’oggi presso il Dipartimento Testa Collo – Ambulatorio di Otorinolaringoiatria dell’Ausl della Romagna sede di Forlì – Ospedale Morgagni-Pierantoni); Alberto Mingotti (insegnante , artista e studioso d’arte , autore di numerose pubblicazioni in ambito culturale, attento al mondo del lavoro e della cooperazione che in regione conta un numero altissimo di addetti) ; e l’architetto Priya Baldazzi , sposata, due figli, conosciuta in città come capo scout e storica dell’arte, esperienze in ambito culturale maturate a Firenze e Milano; che fra l’altro si propone di: “dire basta alla fuga dei brillanti cervelli dalla nostra regione e dall’Italia” con l’intento “di battersi affinchè i giovani possano fare sentire la loro voce” affrontando un compito che vede in Stefano Bonaccini il migliore alfiere: “Colui che in questi cinque anni ha lavorato in sinergia con le imprese e con le università, contribuendo a rendere l’Emilia Romagna la nuova locomotiva di Italia”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here