Regionali, Merola e Vecchi: “Sconfitta l’arroganza”

0
89

(Sesto Potere) – Bologna – 27 gennaio 2020 – Reazioni politiche dai sindaci delle città (in primis Bologna e Reggio Emilia) che hanno costituito il serbatorio elettorale che ha consentito a Bonaccini di riconquistare la guida della Regione Emilia-Romagna.

Merola

Virginio Merola, sindaco di Bologna, ha commentato così l’esito delle elezioni regionali in Emilia-Romagna: “Il Pilastro è stato il secondo Papeete di Salvini. Li abbiamo fermati e grazie ai voti degli emiliano-romagnoli è stato un gran risultato. Stefano Bonaccini ha fatto la differenza e il centrosinistra è la coalizione principale. È un bene che possa governare per altri cinque anni”.

Vecchi

Da parte sua , il sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi, ha dichiarato: “Ha vinto Stefano Bonaccini. Ha vinto il centro sinistra e ha vinto il Partito Democratico. Ma soprattutto ha vinto l’Emilia-Romagna! Sembrava impossibile, ma è stata fatta un’impresa. Ha vinto la serietà e la competenza ed un certo stile, anche contro chi pensava con arroganza e disinvoltura che si potesse arrivare e disprezzare la storia di un popolo. Ha vinto il buon governo, ma ha vinto anche la voglia di futuro”.

“Ha perso chi ha strumentalizzato in chiave nazionale una partita prevalentemente Emiliano Romagnola. Il popolo Emiliano Romagnolo è un popolo che ha faticato, ha sofferto, ha lavorato duro per uscire dalla miseria e conquistare la propria libertà e i propri successi, cittadini che non hanno bisogno di farsi “citofonare” per sapere cosa fare, e quel popolo ha deciso di continuare ad essere una terra di valori riformisti e democratici, perché tutto questo dalle nostre parti è anche uno stile di vita. Grazie ai tanti che hanno contribuito, grazie al contributo decisivo che il movimento delle Sardine ha fatto nascere, alle emozioni che ci hanno fatto provare, alla scossa che ci hanno fornito”: ha aggiunto il sindaco di Reggio..

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here