Regionali, il ticket Spallaccia e Zanetti (Emilia-Romagna Coraggiosa) contro odio e discriminazioni

0
180

(Sesto Potere) – Forlì – 10 gennaio 2020 – Candidati alle elezioni regionali, nella lista Emilia-Romagna Coraggiosa anche i forlivesi Beatrice Spallaccia, e Vico Zanetti, che si sono presentati in ticket  oggi in conferenza stampa. Fanno parte di un progetto politico – “siamo l’ala sinistra del Pd e della bella squadra che ha messo in piedi Bonaccini” , come ha spiegato Zanetti – che coinvolge: l’ex europarlamentare Elly Schlein, Articolo 1-MDP , Liberi e Uguali , Sinistra italiana e È viva di Silvia Prodi.

“Il mio slogan elettorale è il pane e le rose (mutuato da Rose Schneiderman, leader femminista e socialista che rivendicava il diritto di voto femminile, ndr) perché non possiamo perdere di vista una tematica centrale come il lavoro. E se penso che lo statuto dei lavoratori è stato un capolavoro, a cui ha messo mano , sbagliando , con un clamoroso ‘passo falso’, la stessa sinistra (il riferimento è alla modifica dell’articolo 18 sotto il governo Renzi, ndr) mi si drizzano i capelli. E poi… le rose… nel senso della difesa dei diritti di alcuni mondi che non hanno rappresentanza, della necessità di lottare contro le discriminazioni, penso all’inciampo su Predappio (i fondi negati  per i viaggi della memoria ad Auschwitz), un corso a costo zero contro le discriminazioni bloccato dalla giunta Zattini, del resto impegnato a stanziare 100mila euro per fare le luminarie dei campanili …”: elenca Zanetti, detto Vico, pubblicitario, attivista su diritti civili e antifascismo, ambientalista, presidente Anpi Forlì (autosospeso per la campagna elettorale) e già consigliere comunale a Forlì nella scorsa legislatura.

Suo anche l’impegno dichiarato in difesa della laicità, della legalizzazione delle droghe leggere e per la sanità pubblica.

Beatrice Spallaccia, è un’ attivista per i diritti delle donne e le persone LGBT, si occupa di questioni di genere, identità e inclusione di tutte le diversità nei contesti sociali. Partecipa a diversi progetti sull’educazione inclusiva e di genere nelle scuole del territorio forlivese e sull’accessibilità culturale. Ed è attualmente docente a contratto ricercatrice presso il Dipartimento di Interpretazione e Traduzione del Campus forlivese dell’ Università di Bologna. “Il mondo delle associazioni e coloro che vivono con me il percorso di studio e di ricerca mi hanno chiesto di candidarmi. E’ la mia prima esperienza politica ed ho decido di metterci la faccia. Ringrazio  Elly Schlein per la fiducia accordatami”

Beatrice Spallaccia ha firmato – assieme a Vico Zanetti – due piattaforme elettorali: quella dell’Udu –  l’Unione degli Studenti Universitari di Forlì, ossia il Sindacato Studentesco Universitario; e la piattaforma #ilfuturosiamonoi , per un nuovo sistema di Diritto allo Studio in Emilia-Romagna, elaborata dalla Rete degli Studenti dell’Emilia-Romagna.

“Vanno garantiti diritti e spazi maggiori a questi studenti”: dichiara Beatrice Spallaccia. “Inclusività , disabilità e lotta al razzismo i tre ambiti d’azione. A Forlì è successo un fatto molto grave , la sospensione dell’autorizzazione al progetto dell’ associazione “Un Secco No“. Il mondo LGBT è sotto attacco sia a livello locale che nazionale e globale, oggetto di odio e intolleranza. E i temi che solleva la lista Emilia-Romagna Coraggiosa vengono lasciati un po’ in sordina anche dalla stessa sinistra, il tema stesso del femminismo stenta a entrare nel dibattito politico”: aggiunge.

Per colmare questo gap Beatrice Spallaccia e Vico Zanetti hanno elaborato un cartellone di cinque iniziative che si terranno dal 13 al 22 gennaio al Circolo Valverde di Forlì, ore 18.30, si parlerà di: Ur-fascismo, Hater e cyberbullismo, Odio e discriminazioni, sanità e proibizionismo e cannabis.

Sarà per i due candidati di Emilia-Romagna Coraggiosa una campagna elettorale tra la gente, con spese ridotte all’osso (“non più di una quarantina di euro”: chiosa Zanetti) e molte informazioni propagate sui social.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here