Regionali, Elly Schlein (Emilia-Romagna Coraggiosa) a Cesena e Cesenatico

0
144
Plenary session week 27 2017 in Strasbourg - European Fund for Sustainable Development (EFSD) and establishing the EFSD

(Sesto Potere) – Cesena – 4 gennaio 2020 – Sabato 4 gennaio alle ore 17.30 al Circolo Arci di Borella di Cesenatico alle ore 20.00 al Circolo Arci Forza Cesena di Ponte Abbadesse a Cesena Elly Schlein, europarlamentare eletta nelle liste del PD, passata a Possibile dal maggio 2015 fino al maggio 2019 , le candidate e i candidati della lista Emilia-Romagna Coraggiosa presentano a Cesenatico e Cesena il progetto della lista Emilia-Romagna Coraggiosa: ecologista; progressista; femminista.

Plenary session week 27 2017 in Strasbourg – European Fund for Sustainable Development (EFSD) and establishing the EFSD

Al centro del progetto che Coraggiosa vuole promuovere riunendo attorno a sé tante persone provenienti dalla politica e dall’associazionismo, di diversa formazione e professionalità c’è: “Una politica partecipativa che riparta dalle persone, dalle relazioni e dalla fiducia”.

Priorità della lista? “Diritto alla Salute; proposte per il territorio appenninico; lotta alle discriminazioni; promozione dell’inclusione. Ma anche lavoro, educazione e formazione; ambiente e coesione sociale. Solo alcuni dei temi in programma”: elencano le candidate e i candidati di Emilia-Romagna Coraggiosa di Forlì-Cesena: Beatrice Spallaccia (1987) Cecilia Alagna (1985) Gaetano Gerbino (1964) Ignazio Palazzi (1989) Lodovico Zanetti detto Vico (1962) .

Il confronto di sabato sarà particolarmente incentrato sulla sanità regionale e le relative proposte, in primis quella di garantire il diritto costituzionale e la componente pubblica del servizio.

“Siamo stati in grado di reggere l’urto delle razionalizzazioni, dei tagli economici, del blocco delle assunzioni, senza sacrificare l’accezione pubblica e universalistica del servizio. Chi guarda ad altri modelli di Salute, in una Regione dove il sistema vigente funziona, ha degli interessi particolari che nulla hanno a che fare con la tutela della salute sancito dalla Costituzione – sostengono gli organizzatori – Si può fare ancora meglio, ripensando alcuni modelli organizzativi, adattandoli ai nuovi bisogni della popolazione, considerando andamento demografico ed epidemiologico. Aumentare e potenziare i servizi territoriali laddove necessario, sviluppare e consolidare i programmi di prevenzione e di educazione sanitaria, al contempo incentivando la possibilità di assunzione di personale”.

“In Emilia-Romagna – aggiungono – possiamo ancora una volta essere apripista e costruire un cammino nuovo: un cammino di transizione ecologica che tenga insieme lavoro, impresa e ambiente, dando nuova spinta ai servizi alla persona tenendo conto dell’allungamento della vita, favorendo indipendenza senza generare solitudine. Un nuovo modo di concepire lo Stato Sociale che crei comunità”.

Ulteriori punti in discussione saranno quelli relativi al nuovo Patto per il lavoro, per combattere precariato e lavoro malpagato, ma anche azioni concrete pensate per gli imprenditori e le imprenditrici agricoli che curano il territorio e la biodiversità

“I primi – dicono da Coraggiosa – che stanno subendo gli effetti devastanti dei mutamenti climatici. E la prossima sarà la riviera, messa in pericolo da erosione e innalzamento delle acque”: concludono le candidate e i candidati di Emilia-Romagna Coraggiosa Forlì-Cesena.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here