Regionali, Borgonzoni a Ravenna: Se vinciamo stop a nuove moschee

0
166

(Sesto Potere) – Ravenna – 24 gennaio 2020 – Due passaggi importanti nel comizio di chiusura della campagna elettorale del centrodestra unito, oggi in piazza a Ravenna:

l’investitura di Vittorio Sgarbi a futuro assessore ai Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna in caso di vittoria, da parte di Silvio Berlusconi

e la certezza granitica di Matteo Salvini di una storica vittoria in questa terra scandita da un’anticipazione: “nella futura giunta della governatrice Lucia Borgonzoni ci sarà anche un assessorato alla sicurezza”.

Con Silvio Berlusconi , Matteo Salvini e Vittorio Sgarbi sul palco di Ravenna, anche Giorgia Meloni e Lucia Borgonzoni per l’ ultimo comizio del centrodestra prima delle voto di domenica 26 gennaio.

“La Borgonzoni – ha detto Berlusconi – ha tutte le qualità, l’esperienza e le capacità per poter scegliere gli uomini e le donne migliori dai quali farsi affiancare e il nostro amico Vittorio Sgarbi sarà un grandissimo assessore ai Beni Culturali. Farà un grandissimo lavoro in una regione bella come la vostra”.

Da parte sua Borgonzoni ha spiegato il cambio di paradigma che vorrà imprimere in caso di vittoria, contro la burocrazia, le tasse, per una sanità senza liste d’attesa, una terrà più sicura e riaffermando le radici cristiane, difeso la nostra religione, con un avviso:  “Se vinceremo faremo sì che non aprano altre moschee,  moschee ovunque come accade oggi, già ce ne sono”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here