Regionali, Bonaccini: “Borgonzoni non ha proposte per l’Emilia-Romagna”

(Sesto Potere) – Cesenatico – 11 novembre 2019 – A stretto giro,  la replica del governatore uscente dell’Emilia-Romagna e ricandidato per il centrosinistra alle elezioni regionali del prossimo 26 gennaio 2020 Stefano Bonaccini alle parole di Borgonzoni e Salvini nel loro tour romagnolo: “I nostri avversari sanno solo dire che se vincono qui cadrà il Governo nazionale. Il motivo è che Borgonzoni non ha alcuna proposta per l’Emilia-Romagna mentre Salvini il 27 gennaio tornerà a Roma e qui non lo si vedrà più”.

“L’Emilia-Romagna non è uno scalpo da prendere perché non appartiene a nessuno se non ai suoi cittadini. Se vuoi governarla devi prima conoscerla e rispettarla. Confrontiamoci sulle proposte e sulle cose da fare: io parlerò solo di questo nei prossimi 75 giorni, così come ho fatto negli ultimi 5 anni”: ha aggiunto Bonaccini, oggi nel cesenate (vedi foto) , con visita alla Siropack, azienda di imballaggi con sede  nella zona artigianale di Bagnarola di Cesenatico, per annunciare in anteprima il percorso che la Giunta regionale si appresta ad adottare per ridurre l’uso di plastica senza ricorrere a una tassazione.

“Qui si progettano e realizzano macchinari tecnologicamente avanzati. Qui la collaborazione con l’Università di Bologna ha portato alla nascita di Tailor, laboratorio di ricerca sull’economia circolare nella filiera della plastica aperto a tutte le aziende del territorio. Obiettivo, uno sviluppo che sia sostenibile. Il piano regionale per l’Emilia Romagna plastic free condiviso con sindacati e imprese e con incentivi e premialità, non nuove tasse.”:

ha spiegato Bonaccini che  sul problema dell’annunciata e minacciata tassa sulle aziende che  producono e lavorano  plastica ha lanciato un appello al governo Conte: “Segua la strada che stiamo aprendo nella nostra regione”.

Nella visita in Romagna, con il governatore  Bonaccini, erano presenti tra gli altri anche  i sindaci di Cesenatico, Matteo Gozzoli, di Cesena, Enzo Lattuca e la consigliera regionale uscente del Pd e ricandidata Lia Montalti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *