Regionali, Bevilacqua (Ugl Emilia-Romagna): “Pronti a riprendere il cammino con Bonaccini”

0
92

(Sesto Potere) – Bologna – 27 gennaio 2020 – “Stefano Bonaccini è stato rieletto presidente della Regione Emilia-Romagna, premiato da una consultazione democratica, che permette ai cittadini di esprimersi in piena legalità e nell’alveo  costituzionale, come non si può dire di un governo che ormai non rispecchia più lo scenario politico e partitico nazionale. Ci congratuliamo con Bonaccini. E rileviamo al contempo l’ampia rappresentatività, nella nuova opposizione assembleare , di Lega e Fratelli d’Italia. Se ne tenga conto , nel corso del mandato, perché i voti del centrodestra rappresentano quasi la metà della volontà  e del consenso popolare in regione”:  così Tullia Bevilacqua, nella foto, segretario generale regionale  Emilia-Romagna  dell’Ugl, commentando il voto del 26 gennaio.

“Alla vigilia della consultazione, nel pieno di una schermaglia elettorale tra le due coalizioni, ci eravamo appellati al senso di responsabilità che sempre deve ispirare chi assurge a incarichi legislativi, potere di cui dispongono gli eletti in Regione Emilia-Romagna. Come sindacato avevamo auspicato  una maggiore  sensibilità sociale, che consentisse ai nuovi  amministratori di  risolvere i  problemi che ogni giorno devono affrontare cittadini, studenti , lavoratori e imprese della nostra regione. Ed anche oggi, a 24 ore dal voto, ribadiamo che è sacro l’impegno che devono assumere gli eletti  verso l’intera popolazione  della nostra terra e chiediamo loro che rivolgano  un’attenzione particolare soprattutto nei confronti   dei giovani , delle donne e dei pensionati che sono le categorie maggiormente colpite dal disagio sociale in cui versa il  Paese”.

“Come sindacato    garantiamo che lavoreremo  al fianco del  presidente Bonaccini , a partire dal tavolo comune del Patto per il lavoro, affinché si consolidino  sempre più i primati e le eccellenze emiliano romagnole,  che guadagnino nel mondo lo spazio che meritano  i nostri migliori comparti produttivi, nell’auspicio che la futura giunta e la nuova maggioranza dell’assemblea legislativa regionale  concretizzino  le promesse fatte in campagna elettorale e che la nostra terra sia l’approdo naturale delle  aziende che intendono  investire   per coniugare sviluppo e tutela ambientale e nel rispetto  dei diritti. Per l’Ugl non ci sono scorciatoie:  lavoro e  salute restano la priorità nella lista delle problematiche da affrontare, e su questo terremo sempre la massima attenzione”: conclude  il segretario generale regionale  Emilia-Romagna  dell’Ugl, Tullia Bevilacqua.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here