Reggio Emilia, report controlli Uffici Metrici CdC e Finanza

0
127

(Sesto Potere) – Reggio Emilia – 25 maggio 2021 – Sono oltre 460 gli strumenti di misurazione sui quali la Camera di commercio di Reggio Emilia  ha effettuato controlli nel 2020 nell’ambito delle attività a tutela del consumatore e della trasparenza del mercato.

Un dato molto rilevante – sottolinea il Commissario straordinario della Camera di commercio, Stefano Landi (nella foto in alto) – che ha impegnato la nostra specifica unità operativa di Metrologia Legale, Vigilanza e Controllo che si occupa, oltre che della sicurezza e della conformità dei prodotti abitualmente acquistati dai cittadini e oggetto di possibili frodi, anche della vigilanza legata alla manipolazione o allo scorretto uso di strumenti di misurazione”.

In particolare, l’ente camerale ha effettuato controlli su 359 strumenti – tra erogatori di carburanti e bilance – in uso presso le attività di vendita, 76 strumenti presso i fabbricanti prima della loro immissione in servizio nel settore dei distributori di metano per autotrazione e 27 strumenti in uso ai Centri Tecnici che operano per la revisione dei tachigrafi.

Questa attività, che il 20 maggio viene celebrata con la Giornata mondiale della metrologia – prosegue Landi – è forse tra le meno conosciute tra quelle svolte dalla Camera di commercio, ma è sicuramente tra le più importanti a tutela dei consumatori e delle stesse imprese, concorrendo anch’essa ad assicurare corrette dinamiche competitive nella legalità”.

Gli Uffici Metrici delle Camere di commercio collaborano attivamente anche con la Guardia di Finanza e con le altre forze dell’ordine per le attività di verifica congiunte, mettendo a disposizione le proprie competenze e la dotazione strumentale di alta precisione assicurata dalle Camere di commercio