(Sesto Potere) – Reggio Emilia – 30 giugno 2021 – L’Assemblea ordinaria dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Reggio Emilia, dopo le limitazioni e le restrizioni causate dalla pandemia, quest’anno si è potuta finalmente svolgere in presenza nell’Auditorium del Centro internazionale Loris Malaguzzi.

Il consueto rigore istituzionale dell’incontro annuale ha lasciato spazio all’emozione di ritrovarsi per festeggiare risultati di bilancio positivi, un’associazione professionale forte nei numeri e nelle competenze diversificate, sempre più al servizio degli ingegneri iscritti e della collettività, e connessa al territorio, a livello locale e nazionale, tramite una rete di relazioni in grado di generare opportunità e lavoro.

Il presidente dell’Ordine, ingegner Paolo Guidetti, il cui mandato volge al termine, ha illustrato all’assemblea le attività svolte dal Consiglio dalla sua entrata in carica, nel settembre 2017, ad oggi in un rendiconto di mandato che ha evidenziato l’aumento del numero degli iscritti.

L’Ordine reggiano oggi conta 1529 ingegneri, di cui 1300 uomini e 229 donne, quest’ultime in aumento di ben 22 unità rispetto al 2017, “segno della vitalità e della modernità di una professione che garantisce prospettive di lavoro solide e durature a un mondo di professionisti in cui gli uomini e le donne hanno le stesse opportunità” ha sottolineato il presidente Guidetti.

Il futuro della professione, in relazione alle recenti misure messe in campo dal governo in materia di Superbonus e gli interventi previsti dal PNRR, sono stati approfonditi dal Segretario dell’Ordine, ingegner Federico Serri, che ha sottolineato “il ruolo indispensabile della figura professionale degli ingegneri sempre più impegnati in un dialogo costruttivo con le istituzioni e gli organi di governo del territorio per il bene della comunità”.

In evidenza anche l’importante attività formativa organizzata dall’Ordine e dalla Fondazione, presieduta quest’ultima dall’ingegner Marco Poli che, insieme al vice presidente ingegner Emanuele Morlini, ha illustrato i numerosi corsi formativi, prevalentemente gratuiti, a cui hanno partecipato oltre 2500 ingegneri nel 2020, segnando un incremento di partecipazione del 120% rispetto all’anno precedente.

All’intervento dell’ingegner Stefano Curli su alcune proposte per la categoria del Comitato Unitario delle Professioni, è seguita la presentazione, curata dall’ingegner Matteo Nobili, dello stato di avanzamento lavori della nuova sede nel Capannone 17, all’interno del Parco dell’Innovazione, dove l’Ordine degli Ingegneri si stabilirà insieme all’Ordine degli Architetti e all’Ordine dei Commercialisti reggiani.

Il tesoriere ingegner Danilo Ferri ha quindi illustrato il bilancio consuntivo di esercizio 2020, approvato all’unanimità dall’assemblea degli iscritti.

Le testimonianze dell’ingegner Francesco De Santis – che ha presentato la propria esperienza nell’industria automobilistica, settore che a Reggio Emilia sta assumendo un ruolo strategico nello sviluppo di competenze professionalizzanti e posti di lavoro – e l’avvincente racconto, introdotto dal vice presidente dell’Ordine ingegner Giuseppe Herman, dell’esperienza di Denis Corti, ingegnere informatico di Vetto, dal 2018 componente del team di Luna Rossa – il gioiello ingegneristico italiano protagonista dell’America’s Cup, il più famoso trofeo mondiale nello sport della vela – hanno ulteriormente arricchito di immagini suggestive e di emozioni l’assemblea.

La cerimonia di consegna della medaglia d’oro a undici “senatori” dell’Ordine, che nel biennio 2020-2021 hanno raggiunto il ragguardevole traguardo dei cinquant’anni dalla laurea, e la presentazione ufficiale di settantadue giovani ingegneri neo iscritti all’Ordine tra il 2020 e il 2021, hanno concluso tra gli applausi l’ultima assemblea del Consiglio presieduto dall’ingegner Paolo Guidetti.

All’assemblea hanno partecipato anche l’ingegner Felice Monaco dell’Ordine degli ingegneri di Bologna e membro del Consiglio nazionale degli Ingegneri, la presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Parma l’ingegner Susanna Dondi, il presidente dell’Ordine degli Architetti di Reggio Emilia Andrea Rinaldi, il presidente del Collegio dei Geometri di Reggio Emilia Francesco Spallanzani e il presidente dell’Ordine dei Periti industriali di Reggio Emilia Stefano Cervi.