Reggio, donazione ecografo ultima generazione per screening tumore all’utero

0
267

(Sesto Potere) – Reggio Emilia – 9 marzo 2021 – Il progetto benefico #LaBellezzadellaRicerca, inaugurato nel 2020 da Filorga Italia in collaborazione con Fondazione Francesca Rava N.P.H.Italia Onlus e il lancio di una raccolta fondi online hanno reso possibile la donazione di un ecografo di ultima generazione per lo screening del tumore all’utero alla Struttura Complessa di Ginecologia Chirurgica Oncologica dell’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia.

Il momento istituzionale, con relativa consegna della targa dedicata, si è svolto ieri nella sede del Centro Screening alla presenza di Cristina Marchesi, Direttore Generale dell’Azienda USL IRCCS di Reggio Emilia, di Lorenzo Aguzzoli, Direttore del reparto, Giancarlo Gargano, Direttore del Dipartimento Materno Infantile, Fabio Guffanti, General Manager Filorga Italia, Francesca Turci, Responsabile Relazioni Istituzionali e Delfina Boni, Responsabile Progetti CSR Aziende, in rappresentanza della Fondazione Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus.

Il tumore alla cervice uterina è il quarto per incidenza nella popolazione femminile italiana: nel 2019 ne sono stati diagnosticati 2.700 nuovi casi. La sua evoluzione è lenta e spesso senza sintomi, per questo è fondamentale sottoporsi a controlli periodici: lo screening è il modo più efficace per prevenirlo, riducendone incidenza e mortalità.

L’ecografo donato grazie a #LaBellezzadellaRicerca all’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia è il modello HS40 Powered by CristalLiveTM, provvisto di una sonda specifica per lo screening e la diagnosi su donne cui sia stata riscontrata una neoplasia in corso o che presentino neoformazioni sospette di cellule. Lo strumento sarà impiegato, inoltre, per chi presenta un alto rischio familiare di sviluppare un tumore mammario. Il suo motore di imaging di ultima generazione offre immagini più uniformi e dettagliate, a favore di diagnosi potenziate e di un flusso di lavoro ottimizzato.

La Struttura di Ginecologia chirurgica oncologica diretta da Lorenzo Aguzzoli è specializzata nella diagnosi, nella terapia chirurgica e nel follow-up dei tumori ginecologici. Sono circa 200 i casi di tumore ginecologico trattati annualmente e oltre 4.500 gli esami ecografici eseguiti. Identificata come uno dei quattro centri Hub regionali per il trattamento di queste neoplasie, è parte dell’IRCCS accreditato quale Clinical Cancer Center dall’Organizzazione Europea degli Istituti Tumori (OECI).