(Sesto Potere) – Reggio Emilia – 27 dicembre 2021 – Sono aperte le iscrizioni al ciclo di incontri “Dal colonialismo razzista alla convivenza interculturale” dedicato alla riflessione sul colonialismo, il razzismo e la convivenza interculturale, realizzato dal Comune di Reggio insieme a Libera università popolare di Reggio Emilia, Fondazione Mondinsieme, Istoreco e Cgil Reggio Emilia, nell’ambito delle azioni promosse dal progetto “Ditutti”, il piano di azioni strategiche promosso dall’Amministrazione comunale e realizzato in sinergia con la Fondazione Mondinsieme per rafforzare l’impegno sul tema dei diritti, del riconoscimento delle culture, della cittadinanza e della convivenza civile tra persone di provenienze differenti.

reggio emilia

L’iniziativa, che prenderà il via a gennaio, vedrà tra i protagonisti esperti di antropologia, storia, sociologia e politiche interculturali come Marco Aime, Nicola Labanca, Marie Moise, Mackda Gremariam Tesfau e Angelica Pesarini.

Un programma di corso che segna il decimo anniversario della Libera università popolare che in questa occasione festeggia il suo 22° corso dedicato alla nostra città.

Il corso-laboratorio si propone di approfondire le problematiche di una società interculturale,
da una parte: di andare alla radici coloniali e imperialistiche delle relazioni interetniche tra l’Occidente e il resto del mondo, individuando e mettendo a fuoco gli stereotipi culturali razzisti che hanno legittimato in particolare il colonialismo italiano;
e dall’altra: di analizzare i diversi modelli di relazioni interetniche (melting pot, assimilazione, segregazione, comunitarismo, multiculturalismo, interculturalità) storicamente realizzatisi o elaborati nelle diverse società al fine di focalizzarne i punti di forza e di debolezza nella prospettiva della costruzione di una società multietnica realmente pluriculturale.