Referendum, Di Maio (Iv): “Cambiare subito bicameralismo, poi legge elettorale”

0
124
marco di maio

(Sesto Potere) – Forlì – 22 settembre 2020 – “Il referendum ha dato un esito inequivocabile che va rispettato anche da chi si è espresso in maniera opposta. La vittoria del Sì non apre in automatico alcuna stagione di riforme, ma lancia una sfida a tutte le forze politiche (non solo di maggioranza): intervenire entro la fine della legislatura per evitare che la riduzione del numero dei parlamentari diventi una mera riduzione del numero di rappresentanti dei cittadini”. Lo afferma in una nota il deputato romagnolo di Italia Viva Marco Di Maio, capogruppo in Commissione Affari costituzionali alla Camera.

 “Serve intervenire mettendo mano a una seria riforma del bicameralismo con una sola camera elettiva composta da 600 parlamentari – afferma -; introducendo il meccanismo della sfiducia costruttiva per rafforzare la stabilità dei governi; infine realizzando una legge elettorale che nel garantire il pluralismo della rappresentanza, assicuri ai cittadini la possibilità di determinare col proprio voto quale parlamentare eleggere per il proprio territorio”.

“Il mio impegno, da componente della Commissione Affari costituzionali – conclude -, sarà da subito in questa direzione: perché in assenza di interventi la vittoria del Sì diventerà un boomerang che aggraverà i problemi già esistenti e allontanerà ancor di più cittadini e istituzioni. Al lavoro, dunque, a testa alta e ancor più determinati di prima”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here