Recovery Fund, Regione E-R respinge interventi urgenti chiesti dal Comune di Forlì

0
296
sede regione E-R

(Sesto Potere) – Forlì, 21 gennaio.  “Ad oggi, nessun progetto per il Recovery Fund è partito dalla Regione Emilia Romagna per i palazzi del Governo nonostante le amministrazioni locali, prima fra tutte quella di Forlì, abbiano fornito indicazioni concrete sugli interventi più urgenti da realizzare sul territorio”. Così il Presidente della commissione bilancio dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia Romagna, Massimiliano Pompignoli, ha commentato la risposta lapidaria fornita dall’esecutivo Bonaccini lo scorso 3 gennaio a una richiesta di accesso atti della Lega per verificare lo stato di fatto circa le progettualità eventualmente avanzate da via Aldo Moro per l’utilizzo dei fondi europei.

Nel testo inoltrato dagli uffici di giunta si legge che “la Regione non ha ancora inviato alcun documento al Governo sull’utilizzo delle risorse legate al Next Generation Eu”.

Massimiliano Pompignoli

“Il 5 ottobre 2020″ – spiega Pompignoli- “la giunta Bonaccini ha incontrato l’amministrazione comunale forlivese nell’ambito di un tour che ha toccato tutte le provincie romagnole proprio per fare il punto sulle priorità dei territori e sui progetti su cui investire nei prossimi anni, mettendo al centro il lavoro, la crescita sostenibile e inclusiva, l’innovazione, il turismo, la scuola, la riqualificazione urbana e la difesa del territorio. In quell’occasione, il Sindaco Zattini indicò le priorità per la città Forlì, tracciando la rotta dello sviluppo e della riqualificazione del territorio attraverso la realizzazione di opere importantissime come il recupero dell’area dell’ex Eridania, la riqualificazione del quartiere razionalista, lo sviluppo del polo aereonautico e spaziale AvioLab e il potenziamento dei grandi assi viari di collegamento sovra provinciale”.

“Mi chiedo quindi che fine abbiano fatto questi progetti, riassunti in un atto di indirizzo redatto dalla stessa giunta forlivese e consegnato ad ogni assessore regionale, e se quella di Bonaccini non sia stata semplicemente una passerella autocelebrativa. Oltretutto” – conclude il Presidente Pompignoli – “stiamo parlando di progetti che altre regioni hanno invece già inviato al Governo, Lombardia e Veneto su tutte.”