(Sesto Potere) – Ravenna – 3 dicembre 2021 – Domani, sabato 4 dicembre, alle 17,30, sarà possibile seguire in diretta streaming l’intervento di Justin Steinberg (University of Chicago), presentato da Giuseppe Ledda, coordinatore scientifico delle Letture per il Settimo centenario della morte di Dante.

La conferenza non si terrà nella Sala Dantesca della Biblioteca Classense come nei precedenti due incontri, ma solo online sul sito vivadante.it e sul canale facebook Ravenna per Dante, con il professor Steinberg in collegamento dagli Stati Uniti per parlare di “Dante e la teologia politica”.

Due dei più influenti approcci critici allo studio di Dante sono infatti quello religioso-teologico e quello storico-politico. Per motivi ideologici e disciplinari questi approcci si incontrano solo di rado e gli studiosi esperti in questi campi non hanno l’abitudine di entrare in dialogo. Ma una simile divisione tra politica e teologia ha più a che fare

Justin Steinberg | University of Chicago - Academia.edu
Justin Steinberg

con la moderna separazione di Chiesa e Stato che con i testi di Dante. La politica di Dante non è mai del tutto immanente e la sua teologia presenta sempre anche un significato politico. In questo intervento verrà riesaminata in particolare la questione del messianesimo di Dante, intepretato non come passivo e utopistico ma come attivo e relativo al qui e ora. Si tratta di un appello all’azione immediata che vale perfino – o meglio specialmente – quando tutto sembra già perduto.

Tra lingua, storia e modernità, le Letture classensi, la più antica rassegna di lettura e approfondimento dell’opera di Dante, così denominate dal luogo deputato di questo importante tributo a Dante, vale a dire la sala Dantesca della biblioteca Classense, costituiscono un momento altissimo di studio e di dialogo con la comunità scientifica internazionale, un prestigioso contributo nel solco di una tradizione secolare di lettura ed interpretazione. Tale riconosciuto profilo culturale è certamente anche dovuto alla pubblicazione che fin dal primo ciclo del 1966 (riferito all’edizione del 1965 del VII centenario della nascita) cura l’editore Alfio Longo che con grande impegno, da sempre, onora il patrimonio di studi danteschi di Ravenna con edizioni di altissima qualità.

In occasione del settimo centenario della morte del Sommo Poeta il coordinamento scientifico delle Letture è affidato a Giuseppe Ledda, professore di Letteratura italiana all’Università di Bologna, membro del Consiglio Scientifico della Società Dantesca Italiana e del Comitato nazionale per le celebrazioni dantesche 2021. Membro anche del Comitato dantesco ravennate e del comitato scientifico del Museo Dante, insomma sempre vicino alla nostra città nel cammino celebrativo.

Il prossimo e ultimo incontro del ciclo sarà tenuto da Paola Nasti (Northwestern University), sabato 11 dicembre alle 17.30, esclusivamente online sul sito vivadante.it e sul canale facebook Ravenna per Dante.