Ravenna, denunciati due stranieri per immigrazione clandestina e furto

0
93

(Sesto Potere) – Ravenna – 13 gennaio 2020 – Gli agenti della Polizia di Stato, ieri mattina, hanno condotto in carcere, nella Casa Circondariale di Ravenna  D.S.E.L., 53enne, brasiliano, rintracciato in un albergo cittadino, per il reato di immigrazione clandestina.

questura ravenna

Nei suoi confronti sono state emesse più condanne, passate in giudicato, per violazione del Testo Unico dell’Immigrazione in relazione alle quali l’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della repubblica di Ravenna ha conteggiato un cumulo di pene pari ad un anno e ventisette giorni di reclusione.

In un’altra operazione, agenti di una volante dell’Ufficio Prevenzione Generale Soccorso Pubblico della Questura di Ravenna, sono intervenuti presso il punto vendita Bershka, presente all’interno del centro commerciale ESP di via Bussato, dove il personale addetto alla vigilanza anti furto aveva fermato un ragazzo, M.M., 26enne, senegalese, che, oltrepassando le casse, aveva fatto scattare il sistema di allarme antitaccheggio.

carcere ravenna

Il giovane , aveva occultato all’interno dello zaino che recava con se’ una felpa ed una camicia ai quali erano stati strappati malamente i dispositivi antitaccheggio, del valore complessivo di 46 euro.

Una volta identificato , l’africano è stato condotto negli uffici della Questura dove è stato denunciato a piede libero, alla Procura della Repubblica di Ravenna, per il reato di furto aggravato ed i capi di vestiario asportati, poiché ancora integri, sono stati restituiti alla direzione dell’esercizio commerciale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here