Ravenna, cambio di comando alla Guardia costiera e capitaneria di porto

(Sesto Potere) – Ravenna –  1 dicembre 2019 –   Nella suggestiva cornice della sede storica della Direzione Marittima di Ravenna, ha avuto luogo la cerimonia del cambio di comando tra il Contrammiraglio Pietro Ruberto e il Capitano di Vascello Giuseppe Sciarrone, proveniente dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, nuovo Direttore marittimo dell’Emilia Romagna e Comandante del porto di Ravenna.Alla Cerimonia hanno presenziato il Comandante Marittimo Nord – Ammiraglio Lazio e il Capo del I Reparto – Personale del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto-Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Nunzio Martello.

Erano presenti, inoltre, il governatore della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini , le più alte cariche istituzionali locali, le autorità religiose, civili e militari, i sindaci dei Comuni costieri, le associazioni combattentistiche e d’arma e tutto il cluster marittimo e portuale.

Il Contrammiraglio Ruberto, nel proprio discorso di commiato, ha ripercorso con emozione gli intensi anni di comando vissuti a Ravenna, ponendo l’accento sulla costante collaborazione e sinergia offerta alle istituzioni, sempre a tutela dell’interesse pubblico.

Nella sua prima allocuzione da Direttore marittimo dell’Emilia Romagna e comandante del Porto di Ravenna, il Capitano di vascello Giuseppe Sciarrone, nel proprio indirizzo di saluto alle Autorità intervenute, ha riservato un particolare e riconoscente ringraziamento all’Ammiraglio Martello “per gli ammaestramenti professionali e di vita…”.

Inoltre, Giuseppe Sciarrone ha voluto assicurare il proprio contributo e quello del personale dipendente, per la “crescita sostenibile delle attività marittime e portuali in tutta la Regione”, rivolgendo, infine, un pensiero alle donne e agli uomini della Direzione Marittima, invitati a proseguire con immutato impegno e sacrificio, nell’espletamento del servizio.

Il Direttore marittimo dell’Emilia Romagna ha voluto infine concludere l’intervento riservando un pensiero alla città di Ravenna alla quale ha indirizzato un “sincero e affettuoso saluto.”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *